Problemi con accesso al credito dopo regolarizzazione inadempimenti

Vorrei sapere come fare per controllare il mio stato in banca dati, perchè tutte le volte che chiedo un prestito, viene sempre NON accettato. Vorrei scoprire il perchè visto che ho sempre regolarizzato tutto.

Se il creditore, originario o cessionario, segnala l'accordo intervenuto con il debitore alla centrale rischi in cui quest'ultimo era stato inserito a suo tempo, la cancellazione della registrazione viene effettuata decorsi due anni dalla regolarizzazione dell'inadempimento.

Molto spesso, tuttavia, il creditore, specie se cessionario, una volta incassati i soldi non provvede, anche perché non è a conoscenza della eventuale segnalazione effettuata dal cedente. E' , pertanto, il debitore a doversi attivare esibendo al gestore della centrale rischi in cui risulta censito, la liberatoria ottenuta (e pretesa) in sede di regolarizzazione dell'inadempimento.

Per accertare la situazione in termini di eventi pregiudizievoli esistenti a suo carico, deve effettuare una visura per ciascuna delle centrali Rischi private maggiormente consultate dalle banche e dalle finanziarie (CRIF, CTC, Experian CERVED) ed, eventualmente, chiedere la cancellazione dei records relativi ai passati ritardi esibendo la liberatoria rilasciata dal creditore.

30 gennaio 2016 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

banche dati occulte dei cattivi pagatori
cattivi pagatori - iscrizione in centrale rischi
liberatoria per annotazione nelle banche dati cattivi pagatori

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Ipoteca sulla casa a fine mutuo » Accertamenti sulla cancellazione gratis attraverso il web
Stop dell'ipoteca della banca a fine mutuo: a partire dall'8 luglio 2016 è possibile effettuare la verifica online, del tutto gratuitamente. Verificare direttamente su internet la cancellazione dell'ipoteca sul proprio immobile, è possibile. A partire dall'8 luglio 2016, infatti, tramite i canali dell'Agenzia Fisconline e Entratel, chi ha estinto un ...
Nuovi termini di decadenza per accertamento fiscale e riscossione coattiva nei casi di regolarizzazione dell'errore o dell'omissione nel versamento delle imposte
Com'è noto l'omesso o insufficiente pagamento dei tributi può essere regolarizzato con il ravvedimento operoso, eseguendo spontaneamente il pagamento dell'importo dovuto, degli interessi moratori (calcolati al tasso legale annuo dal giorno in cui il versamento avrebbe dovuto essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito) e della sanzione in ...
Il consolidamento dei debiti
Il credito al consumo in Italia piace sempre di più e si diffonde, ma in tanti cominciano ad accorgersi di aver osato troppo. Quando a fine mese si sommano la rata del mutuo sulla casa, sempre più cara per chi ha il tasso variabile, quella del finanziamento per l'auto, magari ...
Rinnovo del fondo di accesso al credito per i genitori dei neonati
L'arrivo in famiglia di un figlio porta con sé nuove esigenze e nuove spese: per aiutare a sostenerle è stato rinnovato, presso il Ministero della Cooperazione internazionale e dell'Integrazione, con delega alla famiglia, il fondo volto a garantire l'accesso al credito delle famiglie con un nuovo figlio. L'accesso al credito ...
Carta di credito a saldo e revolving: dai problemi di concessione da parte della banca ai diritti/doveri dell'utilizzatore » La guida completa
Che cos'è una carta di credito, quante tipologie di carte di credito esistono e soprattutto, gli istituti di credito le concedono facilmente? Quali sono i rischi che si corrono contraendo questi strumenti di pagamento e, ancora, quali sono i reali diritti e doveri dell'utilizzatore? In linea piuttosto generica, con la ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca