Offerta a saldo stralcio piuttosto penalizzante per il creditore anche considerando che il debitore è pressoché nullatenente

In questi giorni ho ricevuto una comunicazione da Banca IFIS di cessione pro-soluto (sarebbe la seconda) di 2 finanziamenti UNICREDIT stipulati nel 2008 e non pagati dal 2009, la somma complessiva supera i 30 mila euro: non lavoro, sono in separazione dei beni e non possiedo assolutamente nulla. Vorrei liberarmi di questo debito ma non potrei permettermi di pagare più del 10/15% del debito originario. Secondo voi ho possibilità che la mia eventuale proposta venga accettata considerata la vetustà del debito e la mia situazione patrimoniale?

L’offerta ipotizzata, se conosciamo un pochino la strategia di Banca IFIS, apparirebbe come una provocazione: quasi sicuramente la proposta di soluzione transattiva a saldo stralcio verrà rifiutata ed il creditore cessionario preferirà attendere tempi migliori (eredità, rioccupazione) per aggredire il debitore.

Comunque, se non è in grado di offrire di più, meglio tentare. Non si sa mai.

22 Gennaio 2022 · Annapaola Ferri



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Offerta a saldo stralcio piuttosto penalizzante per il creditore anche considerando che il debitore è pressoché nullatenente