Offerta a saldo stralcio piuttosto penalizzante per il creditore anche considerando che il debitore è pressoché nullatenente


In questi giorni ho ricevuto una comunicazione da Banca IFIS di cessione pro-soluto (sarebbe la seconda) di 2 finanziamenti UNICREDIT stipulati nel 2008 e non pagati dal 2009, la somma complessiva supera i 30 mila euro: non lavoro, sono in separazione dei beni e non possiedo assolutamente nulla. Vorrei liberarmi di questo debito ma non potrei permettermi di pagare più del 10/15% del debito originario. Secondo voi ho possibilità che la mia eventuale proposta venga accettata considerata la vetustà del debito e la mia situazione patrimoniale?

L’offerta ipotizzata, se conosciamo un pochino la strategia di Banca IFIS, apparirebbe come una provocazione: quasi sicuramente la proposta di soluzione transattiva a saldo stralcio verrà rifiutata ed il creditore cessionario preferirà attendere tempi migliori (eredità, rioccupazione) per aggredire il debitore.

Comunque, se non è in grado di offrire di più, meglio tentare. Non si sa mai.

22 Gennaio 2022 · Annapaola Ferri



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Offerta a saldo stralcio piuttosto penalizzante per il creditore anche considerando che il debitore è pressoché nullatenente