Richiesta della busta paga all’aspirante conduttore da parte dell’agenzia immobiliare prima di sottoscrivere un contratto di locazione

Vorrei sapere se è legale che un’agenzia immobiliare mi chieda, fin da subito, che io invii la mia busta paga e documento di identità non appena ho chiesto se avevano immobili in affitto in una certa zona. Il proprietario dell’agenzia non mi ha voluto dire nulla sugli annunci che mi ero segnata per far domande, mi ha negato praticamente qualsiasi informazione, privandomi di sapere almeno se le case fossero disponibili. Si è giustificato dicendo che era per garantire i locatori di avere gente “decente”, ma è legale una cosa del genere? Quale legge lo dice? Perché io credevo che questo venisse chiesto solo in fase di contratto, invece qui mi ha fermata non appena ho chiamato. Grazie

La normativa vigente non obbliga l’aspirante conduttore dell’immobile da locare ad esibire al proprietario (o all’addetto dell’agenzia immobiliare incaricata di selezionare il conduttore) la propria busta paga prima di stipulare il contratto di locazione. Non vi è, dunque, alcun l’obbligo legale di fornire la propria busta paga al fine di prendere in locazione un immobile.

Tuttavia, anche il proprietario dell’immobile da locare può liberamente escludere dalla rosa dei candidati conduttori chiunque non gli fornisca, prima della stipula del contratto, un documento che in qualche modo accerti la capacità del conduttore di versare puntualmente il canone di locazione e gli oneri condominiali, nonché la solidità del datore di lavoro (qualora, in presenza di morosità conclamata del conduttore risulti necessario agire con pignoramento verso il suo datore di lavoro).

Consideri anche che in alternativa, per tutelare la propria posizione, il proprietario dell’immobile da locare potrebbe chiedere all’aspirante conduttore, come condizione preliminare per procedere alla stipula del contratto, una fideiussione bancaria o assicurativa (a prima richiesta) a proprio favore per un importo pari a 12/24 mensilità.

Insomma, a nostro parere non sussiste il problema: se lei non ritiene di dover esibire la propria busta paga nessuno la obbliga a farlo. Nè sussistono gli estremi per contestare all’Agenzia immobiliare la violazione della normativa sulla privacy.

23 Marzo 2021 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Acquisto di immobile - Possibilità di subentro del nuovo acquirente nell'occupazione dell'immobile prima della scadenza del contratto di locazione stipulato dall'attuale conduttore con il precedente proprietario
Acquistando due immobili di cui uno è occupato da dei conduttori che hanno un contratto di affitto transitorio con l'attuale proprietario, potrei, una volta subentrata, mandare via i conduttori? Perché mia madre (a cui andrà la proprietà dell'immobile locato) non saprebbe dove vivere. Quali sono le soluzioni per avere la disponibilità dell'immobile prima della scadenza del contratto di affitto? I conduttori hanno con l'attuale proprietario un affitto con scadenza a settembre 2021 (anno prossimo). ...

Pignoramento dello stipendio da parte di Agenzia delle Entrate Riscossione - Quanto mi possono prelevare dalla busta paga?
Ho un debito per più di 200 mila euro con il fisco: mi trovo senza lavoro e senza soldi e volevo sapere se è vero che l'Agenzia delle Entrate Riscossione in qualsiasi caso potrà al massimo pignorarmi un decimo dello stipendio (non credo che troverò un lavoro da più di 2500 euro) e se un giorno il limite dovesse cambiare. Per me il limite resterebbe sempre di un decimo? ho sentito di gente a cui il pignoramento è rimasto uguale perché notificato prima del cambio del limite. ...

Contratto di locazione a seguito del decesso del locatore
Sono titolare di contratto di locazione uso abitativo: i legittimi locatori sono deceduti, l'ultimo poco più di una settimana, e il contratto ha scadenza ottobre 2021. I legittimi eredi, due figli, riconoscono il contratto ed hanno aperto a un c/c cointestato a loro favore cui far versare il canone in attesa che il notaio definisca la successione. E' stata da loro avanzata ipotesi di redigere un nuovo contratto in sostituzione di quello vigente. La richiesta è stata da me respinta poiché, ritengo che non essendo ancora stata definita la successione, quindi di chi diverrà la proprietà dell'immobile, non è fattibile ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Richiesta della busta paga all’aspirante conduttore da parte dell’agenzia immobiliare prima di sottoscrivere un contratto di locazione