Prescrizione dell’azione revocatoria di un atto dispositivo del debitore (come la donazione)


Argomenti correlati:

Oltre 10 anni fa, ho donato un immobile a mio figlio e a mia moglie che hanno accettato e nel contempo sino ad oggi ho sempre pagato regolarmente le rate del mutuo in essere.

Premetto che al momento della donazione non avevo alcun debito con nessuno.

Dopo circa 6 anni dalla donazione purtroppo per la crisi ho accumulato un debito con la stessa banca che ha ipoteca sull’immobile donato.

Un anno fa la Banca cedeva il mutuo regolarmente sempre pagato!! più il debito del finanziamento in C/C ad AMCO s.p.a. Chiedo può AMCO chiedere la revoca della donazione fatta oltre 10 anni fa?

Inoltre essendo nullatenente può Amco rivalersi sull’immobile donato visto che non ho alcuna possibilità di pagare il finanziamento in C/C ceduto dalla mia banca? Grazie

Moglie e figlio sono attualmente proprietari dell’immobile donato loro dieci anni fa: potranno essere chiamati a rispondere del debito insoluto nei confronti della banca solo una volta diventati eredi con accettazione.

L’azione revocatoria di un atto di alienazione di un bene del debitore (nella fattispecie la donazione) si prescrive, a norma dell’articolo 2903 del codice civile, decorso un quinquennio dalla data dell’atto.

Pertanto, continuando a pagare regolarmente il mutuo, AMCO dovrà rivolgersi ad altri beni o redditi del debitore per recuperare quanto le è dovuto.

14 Maggio 2020 · Ludmilla Karadzic



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prescrizione dell’azione revocatoria di un atto dispositivo del debitore (come la donazione)