Pensione indiretta ai figli naturali minori superstiti del lavoratore assicurato premorto

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!



Ho due figli naturali residenti con la madre e purtroppo contesi in Tribunale tra me e la madre con la quale non sono sposato: il mio primogenito di 7 anni è disabile con indennità di accompagnamento,
la madre non lavora e con la riforma dell’assegno familiare unico, lo percepiamo metà ciascuno.

Io verso attualmente la somma di 200 euro ciascuno e spese straordinarie a metà con la madre ed ho un dubbio che mi tormenta: in caso di mia morte prematura i minori avrebbero comunque diritto alla mia reversibilità oppure per ciò occorrerebbe che essi fossero residenti con il de cuius?

Nel caso in questione si parlerebbe di pensione indiretta e non di reversibilità, dal momento che si tratterebbe di pensione corrisposta ai familiari superstiti in seguito a decesso del lavoratore non ancora pensionato.

Va ricordato, preliminarmente che la pensione indiretta ai familiari superstiti è riconosciuta qualora l’assicurato abbia perfezionato 15 anni di anzianità assicurativa e contributiva, ovvero 5 anni di anzianità assicurativa e contributiva di cui almeno 3 anni nel quinquennio precedente la data del decesso.

Nella fattispecie (assenza del coniuge), soddisfatti i requisiti contributivi previsti per il lavoratore assicurato, avranno diritto al trattamento pensionistico indiretto, in quanto superstiti, i figli minorenni (alla data del decesso del lavoratore), i figli inabili al lavoro e a carico fiscale del genitore al momento del decesso, indipendentemente dall’età; i figli maggiorenni studenti, a carico del genitore al momento del decesso, che non prestino attività lavorativa.

Non è quindi previsto il requisito di convivenza fra lavoratore assicurato premorto e figlio superstite.

Sono considerati a carico fiscale del padre percipiente reddito i figli di età inferiore o uguale a 24 anni che, nel periodo d’imposta precedente, abbiano percepito un reddito complessivo uguale o inferiore a 4 mila euro, al lordo degli oneri deducibili, nonché i figli di età superiore ai 24 anni che, nel periodo d’imposta precedente, abbiano percepito un reddito complessivo uguale o inferiore a 2.840,51 euro, al lordo degli oneri deducibili.

16 Agosto 2022 · Tullio Solinas



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pensione indiretta ai figli naturali minori superstiti del lavoratore assicurato premorto





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!