Responsabilità patrimoniale contributi Invitalia Resto al Sud


Responsabilità patrimoniale dei soci e degli amministratori

Insieme ad altri due soci ho presentato una domanda di contributi ad Invitalia, bando Resto al Sud, in qualità di futuri soci di una Srls da costituire; nella futura società sarò solamente socio, non amministratore. Con riferimento ai contributi “resto al sud”, pari a €50.000 per ogni socio avente i requisiti stabiliti dalla legge, chiarisco che anche io ho i requisiti in qualità di futuro socio della costituenda. Chiedo di sapere se la mia responsabilità, nei vari casi di revoca dei contributi totale o parziale, elencati nella circolare 33 del 2017, articolo 13, sarà limitata, come è di regola per i soci delle Srls, oppure illimitata, ed in questo secondo caso se è in solido con gli altri due soci.

Com’è noto i contributi per il beneficio Resto al SUD, a copertura del 100% delle spese ammissibili, sono così ripartiti:
a) trentacinque per cento come contributo a fondo perduto;
b) sessantacinque per cento sotto forma di finanziamento bancario, concesso da istituti di credito e
garantito dal fondo di garanzia per le PMI per l’80%.

Nel caso in cui l’istanza sia presentata da più soggetti richiedenti, già costituiti o che intendano costituirsi in forma societaria, l’importo massimo del finanziamento è pari a 50 mila euro per ciascun soggetto richiedente fino ad un ammontare massimo complessivo di 200 mila euro.

In caso di revoca dell’agevolazione, indipendentemente dalla forma societaria adottata, il debito a SAL (Stato di Avanzamento Lavori) sarà recuperato in forma solidale per l’intero finanziamento bancario erogato e anche per l’importo a fondo perduto (tramite Agenzia delle Entrate Riscossione) dai soci richiedenti il prestito agevolato.

In caso di liquidazione della società prima del completo ammortamento del debito accumulato con le agevolazioni “Resto al Sud” in assenza di revoca dell’agevolazione, l’importo residuo erogato dalle banche sarà recuperato dai soci (che hanno richiesto l’agevolazione) in modalità solidale per l’intero finanziamento bancario erogato

In pratica è come se ciascuno dei soci richiedenti avesse sottoscritto una fideiussione a favore della banca fino al 20% del contributo ottenuto e per il l’80% residuo avesse accettato l’azione solidale di regresso del Fondo di Garanzia per le PMI, in caso di inadempimento.

27 Febbraio 2021 · Michelozzo Marra

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui

Altre sezioni che trattano argomenti simili: 


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza 164 voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » Responsabilità patrimoniale contributi Invitalia Resto al Sud. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.