Reddito di emergenza per mamma e figlia minorenne

Non ho capito quale sia il reddito di aprile richiesto per il rem, lo stipendio o qualsiasi voce nell’estratto conto? Io il mese di aprile ho preso lo stipendio di marzo. Devo scalare l’affitto che pago? L’ultima domanda, vivo con mia figlia minorenne, suo padre non è ne convivente né coniugato. Devo inserire isee minori o ordinario per la domanda?

La domanda per ottenere il Reddito di EMergenza (REM), deve essere corredata da una Dichiarazione Sostitutiva Unica ai fini ISEE: nel caso di nuclei con minorenni, è necessario l’ ISEE minorenni in luogo di quello ordinario.

1) Per poter accedere al beneficio del Reddito di Emergenza l’ISEE (minorenni) deve essere inferiore ad euro 15 mila.

Ai fini dell’accesso e della determinazione dell’ammontare del Reddito di Emergenza il nucleo familiare e’ definito ai sensi dell’articolo 3 del DPCM 159/2013: nella fattispecie, il nucleo familiare è costituito da mamma e figlia minorenne.

Un altro limite per ottenere il beneficio del reddito di emergenza è rappresentato anche dal patrimonio mobiliare del nucleo familiare detenuto nel 2019: deve risultare inferiore ai 10 mila euro accresciuta di euro 5 mila per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di euro 20.000.

2) Nel caso specifico, per non essere esclusi dal Reddito di emergenza al 31 dicembre 2019 la giacenza media in conto corrente della madre della bimba deve essere inferiore ai 15 mila euro.

Il reddito familiare, riferito alla mensilità di aprile 2020, si determina secondo i criteri stabiliti dalla legge sommando i redditi percepiti nel corso del mese di aprile da tutti i componenti del nucleo familiare (articolo 4, comma 2, DPCM 153/2019). In sostanza, nella maggior parte dei casi, si tratta dello stipendio percepito dai componenti del nucleo familiare nel mese di aprile, preso senza franchigie e/o detrazioni (come quelle collegate all’affitto, per intenderci).

Per l’accesso al beneficio del Reddito di EMergenza (REM) un altro paletto è rappresentato proprio dall’importo reddituale familiare percepito nel mese di aprile. In pratica lo stipendio percepito nel mese di aprile 2020 (secondo il principio di cassa – cioè l’accredito avvenuto in aprile) non può superare i 400 euro moltiplicati per il valore della scala di equivalenza associato al nucleo familiare. Nel caso specifico (madre con figlia minorenne) il valore della scala di equivalenza associato al nucleo familiare è pari ad 1,2.

3) Ne consegue che per poter accedere al Reddito di Emergenza il reddito soggetto ad IRPEF, percepito dalla madre della minorenne nel mese di aprile 2020, non può superare i 480 euro (400 * 1,2).

Questo a grandi linee, giusto per capire se si rispettano i requisiti per poter accedere al beneficio: è chiaro, tuttavia, che per presentare l’istanza (il termine ultimo è il 30 giugno 2020) è sempre consigliabile affidarsi ad un istituto di patronato abilitato.

30 Maggio 2020 · Roberto Petrella

Ad aprile ho preso 498 euro (nello stipendio sono compresi assegni familiari e il fondo di integrazione salariale). Il mio reddito annuale è inferiore agli ottomila euro. Devo tenere conto di 498 euro per il calcolo del rem o posso scalare qualcosa? Altrimenti per 18 euro non posso richiedere il rem.

La soglia di reddito familiare per la verifica della sussistenza del requisito per accedere al beneficio del Reddito di Emergenza si ottiene moltiplicando il valore della scala di equivalenza per 400 euro. Poichè nel suo caso il valore della scala di equivalenza è 1,2, la soglia è di 480 euro.

Tuttavia, il suggerimento, visto che lei è di poco sopra i limiti, è quello di procedere comunque ad inoltrare domanda. Spesso l’INPS si concede qualche grado di libertà nell’interpretare le regole con le quali applicare la legge.

30 Maggio 2020 · Loredana Pavolini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il minorenne vive con nonna materna e la mamma - Il padre del minorenne vive con la propria madre » Qual è il nucleo familiare del minorenne da prendere in considerazione?
Io vivo con mia madre e mio figlio, mentre il padre di mio figlio vive con sua madre: dovrei calcolare l'ISEE minorenni, ho appena eseguito il mio ISEE (non lavorando sono a carico di mia madre), per poter eseguire l'ISEE minorenni posso chiedere al padre del bambino di recarsi ad un patronato per calcolare il suo e poi vengono sommati? O bisogna fare un ricalcolo generale e dovrei lasciarlo tutti i documenti a lui? ...

ISEE per minorenne con genitori non coniugati e non conviventi
Sono la mamma di un minore che convive con me, riconosciuto dal padre: lui è separato da un'altra donna, con cui ha due figli minori e con cui è convivente, Ai fini nucleo familiare ISEE come devo considerarlo il padre? ...

DSU/ISEE minorenni per reddito di cittadinanza - Ho presentato domanda prima del 30 marzo 2019 ma dopo sei mesi l'INPS tiene ancora conto della DSU/ISEE standard
Passati i sei mesi previsti dal decreto legge del reddito di cittadinanza, come regola, in caso di single con figli minori e padre non coniugato non convivente, l'INPS doveva tenere in considerazione l'ISEE minorenni. Nel mio caso, anche questo mese, l'INPS ha tenuto in considerazione l'ISEE ordinario non facendo decadere la mia domanda. Nel caso in cui tenessero in considerazione l'ISEE minorenni, sono sicurissima di non avere i requisiti per via del reddito del padre. Come mai questa situazione? ...

Dove mi trovo?