Rateizzazione con Agenzia delle Entrate decaduta per colpa del commercialista

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!



Il Mio commercialista online, su mia richiesta, paga la Rateizzazione con modulo F24 relativa ad un piano di rateizzazione Agenzia delle Entrate di 8 rate per totali 3800 euro: egli, poichè sono a credito IVA, compensa l’importo da pagare. In occasione dell’ultima rata però, l’importo non è stato sufficiente , quindi per pagare la differenza con Entratel ho dato al commercialista il mio Iban per addebitare la differenza. Ebbene, non so ancora il motivo, il professionista ha pagato la rata con ritardo, adducendo che il sito Entratel avrebbe avuto problemi di collegamento. Qualche giorno fa, mi è pervenuta una PEC di intimazione a pagare entro 60gg tutto l’importo per decadenza del rateizzo più interessi, spese eccetera. Cosa fare in questo caso?

Ho fatto ricorso all’Agenzia delle Entrate per un altro problema, per un giorno non mi è stato accettato. La Corte di cassazione scrive che un giorno di ritardo si può tollerare.

Se la Cassazione scrive che un giorno di ritardo si può tollerare bisogna arrivare in Cassazione, citando il precedente, qualora, naturalmente, le condizioni al contorno siano le medesime del caso giudicato dalla Suprema Corte e chiedendo l’applicazione, dell’orientamento già espresso, alla propria situazione. Le pronunce di Cassazione non fanno normativa vigente ma esprimono un orientamento giurisprudenziale a cui i giudici di merito (in occasione di un eventuale ricorso del cittadino) sono tenuti ad uniformarsi.

La decadenza della rateizzazione con Agenzia delle Entrate, può avvenire in una delle seguenti ipotesi:

– quando la prima rata non viene pagata entro 37 giorni dal ricevimento della comunicazione (30 giorni previsti per il pagamento + 7 di lieve ritardo) per insufficiente versamento di una qualsiasi rata per una frazione superiore al 3% o, in ogni caso, a 10.000 euro
– se non si paga una rata diversa dalla prima entro la scadenza della rata successiva.

Al verificarsi di uno di questi casi di decadenza, gli importi residui dovuti a titolo di imposta, sanzioni e interessi sono iscritti a ruolo. In effetti, con un ritardo di un solo giorno, non si capisce come sia scattata la decadenza.

Tuttavia, le sanzioni e gli interessi vengono ricalcolati in misura piena solo sul debito residuo(nella fattispecie sull’importo dell’ultima rata, al netto, naturalmente delle quote già pagate) e non sull’intero ammontare dell’imposta indicata nella comunicazione (standard) tramessa al debitore inadempiente. Quindi trattandosi dell’ultima rata l’aggravio per il ritardato pagamento non dovrebbe essere eccessivo.

Concludendo, non le resta che pagare il debito residuo (l’ultima rata gravata da interessi per il ritardo), oppure presentare ricorso al giudice tributario e, in caso di rigetto, arrivare fino in Cassazione (sempre che il legale chiamato a difesa ritenga che il caso oggetto di contenzioso sia conforme a quello già oggetto di sentenza favorevole pronunciata dagli ermellini), oppure citare per danni il commercialista che con il suo colpevole e negligente comportamento ha determinato la decadenza della rateizzazione in corso. Purché l’attore disponga di copia conforme del mandato conferito al convenuto professionista, dell’accettazione da parte di quest’ultimo dell’incarico specifico di effettuare i pagamenti relativi alle scadenze del piano di ammortamento poi decaduto e all’ulteriore condizione che il presunto danneggiato possa provare di aver messo a disposizione del commercialista stesso, in tempo utile, la liquidità necessaria per poter adempiere al mandato.

1 Settembre 2022 · Marzia Ciunfrini



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rateizzazione con Agenzia delle Entrate decaduta per colpa del commercialista





Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!