Rate di mutuo e prestito ipotecario non versate dal 2018 – Svenderò la casa ma come funzioneranno la compravendita dell’immobile e la cancellazione delle due ipoteche?

Causa separazione non pago da giugno 2018 le rate del mutuo ipotecario per immobile e mutuo ipotecario per liquidità. Da circa un mese la banca ha ceduto il debito a recupero crediti, con il quale è stato concordato con avvocato rientro al 75%. Ora forse riesco a vendere, ovvero svendere. Però mi chiedo, al momento del rogito chi interviene? La banca o recupero crediti? Io ritengo che non dovrebbe intervenire la banca, perché ha venduto e quindi non dovrebbe avere nessun titolo.

Se faccio rogito senza presenza alcuna, logicamente solo acquirente e poi faccio bonifico a recupero crediti, come faccio a togliere le due ipoteche?

Non si potrà fare rogito senza la presenza del creditore ipotecario cessionario (la società che ha acquisito credito, privilegi e garanzie dalla banca): il notaio non lo consentirebbe e l’acquirente accorto e consapevole ne chiederebbe comunque la presenza. Il creditore ipotecario (cessionario del mutuo ipotecario nonché di quello di liquidità garantito anch’esso da ipoteca) andrà messo al corrente dell’imminente vendita dell’immobile e dovrà essere presente al rogito.

Il creditore ipotecario cessionario riceverà dall’acquirente, con un assegno circolare, la somma concordata per l’assenso all’alienazione e l’estinzione dei due prestiti (il 75% del debito originario in essere con la banca), e rilascerà al nuovo proprietario la liberatoria per la cancellazione delle due ipoteche. il venditore, debitore inadempiente, riceverà il prezzo di vendita concordato con l’acquirente al netto dell’importo versato dall’acquirente al creditore ipotecario cessionario.

Qualora il debito con la cessionaria (ancorché ridotto del 25%) risultasse superiore al prezzo concordato per la vendita, sia l’acquirente che il venditore (debitore inadempiente) dovranno consegnare al creditore ipotecario, intervenuto al rogito, un assegno circolare a favore del creditore ipotecario. L’assegno circolare consegnato dall’acquirente sarà pari al prezzo concordato per la vendita dell’immobile, l’assegno circolare portato dal venditore (debitore inadempiente) sarà pari alla differenza fra il debito da estinguere con il creditore cessionario e il prezzo di compravendita dell’immobile.

In pratica, non ci sarà modo, con la vendita della casa ipotecata, di incassare il prezzo convenuto e non saldare il creditore ipotecario.

24 Marzo 2021 · Piero Ciottoli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Sospensione del pagamento delle rate del mutuo ipotecario prima casa quando il mutuatario è un imprenditore danneggiato dall'emergenza sanitaria
Vorrei chiedere se posso fermare le rate del mutuo nella mia posizione: io sono stato assunto e lavoro regolarmente (da casa) e quindi ricevo lo stesso stipendio. Sono però anche titolare di una società, la quale oramai in questo periodo (pandemia) non sta lavorando per niente. Poiché gran parte del denaro arriva dalla società e non dallo stipendio, posso chiedere la sospensione del pagamento delle rate del mutuo ipotecario per la prima casa? ...

Le nuove regole di espropriazione della casa acquistata con mutuo ipotecario per inadempimento nel pagamento delle rate
Per i mutui ipotecari stipulati a partire dal 1° luglio 2016, in caso di inadempimento al pagamento delle rate da parte del debitore e alla conseguente richiesta di restituzione del capitale residuo in un'unica soluzione (decadenza dal beneficio del termine), la banca potrà trasferire la proprietà dell'immobile sottoposto a vincolo ipotecario senza dover sottostare alle procedure giudiziali previste per l'esproprio immobiliare. Costituirà inadempimento del consumatore il mancato pagamento di un ammontare equivalente a diciotto rate mensili. Non costituiranno inadempimento i ritardati pagamenti che consentono la risoluzione del contratto. In particolare, la banca non può invocare, come inadempimento del consumatore per ...

Mutuo genitori ed emergenza Covid19 - Posso sospendere il pagamento delle rate? Altrimenti quali alternative ci sono per chi non può più sostenerne il rimborso? Il prestito vitalizio ipotecario
I miei genitori hanno un mutuo aperto per altri due anni, dal 2007 nessuno lavora e ho sempre pagato il mutuo: ora con l'emergenza sanitaria dovuta al Coronavirus, mi trovo in difficoltà anche io ad aiutarli. Cosa posso fare? Posso fermare il mutuo anche se non sono il titolare? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Rate di mutuo e prestito ipotecario non versate dal 2018 – Svenderò la casa ma come funzioneranno la compravendita dell’immobile e la cancellazione delle due ipoteche?