Quando un bonifico endo familiare può ritenersi di modico valore e il trasferimento di danaro non è soggetto ad atto pubblico notarile?





Un bonifico bancario endo familiare è donazione di modico valore se non incide in modo apprezzabile sul patrimonio del donante





Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Vorrei sapere quando una donazione possa ritenersi di modico valore e, pertanto, non soggetta ad essere assistita da atto notarile (e da due testimoni).

Come è noto e come dispone l’articolo 782 del codice civile, la donazione deve essere effettuata per atto pubblico notarile, alla presenza di due testimoni, sotto pena di nullità: il successivo articolo 783 del codice civile aggiunge poi che la donazione di modico valore, che ha per oggetto beni mobili (come il denaro) è valida anche se manca l’atto pubblico.

In altre parole, un bonifico ad un proprio familiare, che non non è giustificato da una prestazione in beni o servizi, è valido solo se di modico valore.

Ma quando una donazione è di modico valore?

I giudici della corte di cassazione, con l’ordinanza 3858/2020, hanno ricordato che, ai fini del riconoscimento del modico valore di una donazione, per la quale non si richiede la forma dell’atto pubblico l’art. 783 del codice civile non detta criteri rigidi cui ancorare la relativa valutazione, dovendosi essa apprezzare alla stregua di due criteri: quello obiettivo, correlato al valore del bene che ne è oggetto, e
quello soggettivo, per il quale si tiene conto delle condizioni economiche del donante, di tal che l’atto di liberalità, per essere considerato di modico valore, non deve mai incidere in modo apprezzabile sul patrimonio del donante.

il comma 2 dell’articolo 783 del codice civile stabilisce che la modicità del valore della donazione deve essere valutata anche in rapporto alle condizioni economiche del donante, ciò importa che, sulla base della varia potenzialità reddituale di quest’ultimo, può venire meno il carattere della modicità se quelle condizioni siano modeste, come, viceversa, può ricorrere quel carattere se quelle condizioni siano particolarmente prospere.

Si tratta, in ogni modo, di indagine rimessa all’apprezzamento del giudice di merito la cui valutazione è insindacabile in sede di legittimità.

STOPPISH

30 Gennaio 2023 · Marzia Ciunfrini

Stai visualizzando 2 post - dal 1 a 2 (di 2 totali)