Sono protestato e mi è stato offerto un incarico come amministratore delegato - Posso accettare o è meglio evitare?

Ho tre cambiali da 150 euro protestate e a gennaio del 2019 scadono i 5 anni: ma la domanda e che mi e stato offerto di fare amministratore delegato di una ditta di artigianato. Posso accettare e fare tutto, o avrò problemi e quindi mi conviene evitare?

La domanda, in realtà, dovrebbe porsela chi le ha offerto l'incarico: almeno fino al gennaio 2019 (e forse anche successivamente - cerchi sul sito banche dati occulte dei cattivi pagatori) l'iscrizione nel Registro Informatico dei Protesti (RIP) dell'amministratore delegato, precluderà alla società qualsiasi tipo di accesso al credito senza adeguata copertura fideiussoria; ma questo non è un vero problema, specie se la società è a responsabilità limitata.

In quanto ad affidabilità, piuttosto, se un terzo (fornitore o cliente) dovesse ricorrere a chi fornisce report informativi commerciali (come Experian Cerved) su potenziali partner in affari, almeno per dieci anni dalla levata del protesto, risulterà che l'amministratore delegato della società censita è stato coinvolto in eventi pregiudizievoli riconducibili a protesto di cambiali.

1 novembre 2018 · Ludmilla Karadzic

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

prestiti a protestati

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Rinuncia all'eredità – i creditori possono accettare l'eredità in nome e luogo del rinunciante debitore
Salve, siamo tre eredi che dovremmo accettare l'eredità dei nostri genitori deceduti. Mio fratello vorrebbe passarmi i suoi diritti dell'eredità, perchè lui era amministratore unico di una SRL, alla quale da poco è stata presentata una istanza di fallimento. Vorrei sapere se i suoi diritti all'eredità li posso accettare e ...
L'amministratore che riscuote i propri crediti di lavoro verso la società fallita integra gli estremi della bancarotta preferenziale e non di quella fraudolenta
L'amministratore che si ripaghi dei suoi crediti verso la società fallita relativi a compensi per il lavoro prestato, prelevando, ovvero comunque ottenendo, dalla cassa sociale una somma congrua rispetto a tale lavoro, risponde di bancarotta fraudolenta patrimoniale per distrazione? Al quesito hanno risposto i giudici della sezione penale della Corte ...
L'amministratore del condominio
In un condominio l'amministratore rappresenta il “governo della casa”: giuridicamente, a norma dell'articolo 1703 del codice civile, esegue un mandato, cioè si obbliga a compiere uno o più atti giuridici per conto dei condomini. Nomina e revoca L'articolo 1129 del codice civile prevede la nomina di un amministratore quando i ...
Dare dell'incompetente all'amministratore di condominio nel corso di un'assemblea non integra il reato di ingiuria
Nel contesto di una discussione condominiale, nel corso della quale un condomino rivolge all'amministratore l'epiteto di incompetente, il fatto risulta senz’altro assistito dall'esercizio di un legittimo diritto di critica nei confronti dell'amministratore stesso, con riguardo alle modalità della gestione del condominio. Il termine non trascende di per sé i limiti ...
Protesto legittimo per l'amministratore che non specifica di avere agito per il condominio
E' valido il protesto nei confronti dell'amministratore condominiale, come persona fisica, che, nell'emettere un assegno scoperto, non ha specificato di avere agito per conto del condominio. Infatti, è legittimo il protesto emesso nei confronti dell'ex amministratore che emette un assegno senza specificare la spendita della qualità di legale rappresentante del ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca