Proposta di rientro dal debito dopo notifica decreto ingiuntivo

Ho un debito di 5 mila e 500 euro accumulati con una carta di credito revolving: vorrei sapere cortesemente se la Finanziaria avesse già ottenuto il Decreto Ingiuntivo dal Giudice ma non ancora notificatomi è possibile ancora proporre un rientro in cambiali visto che precedentemente la Finanziaria le aveva proposte con un importo inferiore? E se accettassero quale sarebbe l’iter da seguire? Ed il decreto Ingiuntivo verrà annullato?

Una volta ottenuto il decreto ingiuntivo, se il debitore non è nullatenente e percepisce almeno uno stipendio o una pensione, il creditore potrà essere incentivato ad accettare una soluzione stragiudiziale della controversia solo a condizione che il rimborso del debito avvenga in un’unica soluzione oppure con rate mensili almeno superiori al 20% dell’accredito mensile stipendiale o pensionistico.

Il decreto ingiuntivo diventa inefficace qualora la notifica non sia eseguita nel termine di sessanta giorni dalla pronuncia (articolo 664 del codice di procedura civile).

28 Febbraio 2020 · Michelozzo Marra

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Decreto ingiuntivo per debiti condominiali - Ma sto pagando l'arretrato con un piano di rientro e le rate correnti puntualmente
Per mancato pagamento delle quote relative agli oneri condominiali, il proprietario dell'immobile in cui vivo ha ricevuto richiesta per il pagamento degli arretrati, per euro 2052: a nome mio, con lettera ad avvocato ed amministratore, ho proposto piano di rientro di euro 100 mensili non avendo un lavoro ed essendo in stato di indigenza. Dopo telefonata tra proprietario, malato di parkinson e in gravi difficoltà economiche, e avvocato del condominio che non accettava l'importo, ho rettificato mandando altra lettera e aumentando importo piano di rientro a euro 200, e pagando rate correnti comprese, per un totale di 1550 euro. Nei ...

Per avviare le azioni esecutive non è prevista una nuova notifica del decreto ingiuntivo, ma dell'atto di precetto, nel quale il decreto ingiuntivo in questione deve essere menzionato
Un decreto ingiuntivo è l'ordine dato dal giudice al debitore di adempiere l'obbligazione assunta (es. pagamento di una somma di denaro o consegna di una cosa mobile determinata) entro un determinato periodo di tempo (normalmente 40 giorni). Trascorso tale termine, il decreto diventa esecutivo e si può procedere al pignoramento dei beni del debitore. Il decreto ingiuntivo viene emesso su richiesta del creditore, ed ha il vantaggio di essere molto più celere e assai meno oneroso di un procedimento giudiziario ordinario. È disciplinato dagli articoli 633 e ss. del c.p.c. e richiede, per la sua emissione, la sussistenza di specifiche ...

Decreto ingiuntivo per debito che sembrerebbe prescritto
Ho appena ricevuto (novembre 2018) un decreto ingiuntivo per un debito contratto con una finanziaria (Linea) poi ceduto per due volte ad altre (Locam e Itacapital del gruppo Kruk). Il debito, di 10.500 euro, risale a gennaio 2002, l'ho pagato solo per 2.078 euro. Mi sono state mandate solo alcune lettere semplici di invito a pagare, ma mai una raccomandata a.r., e ne sono sicuro; quindi il debito sarebbe oggi prescritto, o sbaglio? Inoltre anche le cessioni del debito mi sono state comunicate solo per posta normale. Possibile che sia stato emanato un decreto ingiuntivo nonostante questo difetto? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Proposta di rientro dal debito dopo notifica decreto ingiuntivo