Prestito chiesto a nome del figlio per saldare i debiti dei genitori che non possono accedere al credito in quanto cattivi pagatori – Come giustificare al fisco gli accrediti periodici che i genitori effettueranno a favore del figlio creditore per rimborsargli le rate del prestito da lui acquisito?


Sto per prendere un prestito a 10 anni con cui i miei genitori pagheranno dei loro debiti: purtroppo essendo cattivi pagatori non hanno accesso al credito e loro mi restituiranno mensilmente la rata del prestito.

Come posso giustificare, con il fisco, questi bonifici mensili che entreranno?

L’Agenzia delle Entrate è in grado di verificare autonomamente la provenienza degli accrediti mensilmente effettuati dai genitori a favore del figlio creditore: per cui non dovrebbe sorgere alcuna esigenza di giustificare la provenienza degli accrediti mensili, ancorché periodici, configurabili come semplici aiuti economici endofamiliari.

Se, invece, si tratta di giustificare il trasferimento di somme elargite dai genitori per rimborsare il figlio creditore, rispetto ad altri coeredi che potrebbero successivamente identificare le rate mensili di rimborso del prestito endofamiliare concesso dal figlio creditore ai propri genitori, come donazioni periodiche effettuate in vita dai genitori stessi a favore di uno solo dei figli, allora conviene rivolgersi ad un notaio, il quale preparerà l’atto di prestito endofamiliare, verificherà il passaggio di denaro con assegno circolare dal figlio creditore ai genitori, e concorderà con le parti un piano di ammortamento di massima (al limite senza addebito di interessi), indicando l’importo delle rate periodiche nonché la scadenza di ciascuna di esse.

7 Ottobre 2021 · Michelozzo Marra



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prestito chiesto a nome del figlio per saldare i debiti dei genitori che non possono accedere al credito in quanto cattivi pagatori – Come giustificare al fisco gli accrediti periodici che i genitori effettueranno a favore del figlio creditore per rimborsargli le rate del prestito da lui acquisito?