Prescrizione delle spese processuali dopo condanna al pagamento della Corte di Cassazione


Salve nel 2010 sono stato condannato con una sentenza penale anche al pagamento della spese di giustizia , dov’è che mi è stata notificata la cartella esattoriale delle spese di giustizia , il mio avvocato ha fatto ricorso per l’emozione stesse spese in cassazione , immediatamente veniva bloccato il prelievo forzato dalla mia busta paga. Successivamente la corte di cassazione ha rigettato il mio ricorso, ed a seguito di ciò l’ ufficio recupero credito del tribunale non ha mai notificato detto decreto al mio datore di lavoro. Da circa 10 anni non mi è stato prelevato dal mio stipendio la somma pignorata. Vorrei sapere se dette spese processuali per il recupero vi è un tempo limite e quando può avvenire in eventuali prescrizione delle stesse. Resto in attesa di una vostra risposta . Cordiali saluti

La prescrizione del diritto del Ministero della Giustizia di richiedere al debitore il rimborso delle spese di giustizia è decennale e, nella fattispecie, decorre dalla data in cui è stata notificata al debitore la sentenza dei giudici di legittimità.

9 Novembre 2020 · Antonio Scognamiglio



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prescrizione delle spese processuali dopo condanna al pagamento della Corte di Cassazione