Prescrizione delle spese processuali di una causa trattata in cassazione

il giorno 09 dicembre 2020, l’avvocatura dello stato mi notifica il pagamento di spese processuali per una causa persa, contro il ministero delle finanze, trattata nella suprema corte di cassazione il giorno 11 novembre 2010. Depositata in cancelleria il giorno 07 dicembre 2010.

A quanto ci è dato capire, sembra si vorrebbe, con il quesito, sapere se la pretesa del Ministero della Giustizia è prescritta: a tale proposito va detto che per il soggetto per il quale il diritto di riscossione potrebbe prescriversi (ovvero il notificante, nella fattispecie Ministero della Giustizia) il termine interruttivo del decorso della prescrizione si identifica con la data in cui la pretesa viene affidata al servizio postale per la notifica al debitore inadempiente.

In altre parole, bisogna procedere con accesso agli atti presso l’avvocatura dello Stato per conoscere, dall’esame della ricevuta AR, la data di consegna al servizio postale della comunicazione interruttiva dei termini di prescrizione, e confrontare tale data con quella di deposito della sentenza in cancelleria (7 dicembre 2010). Se l’intervallo temporale fra le due date è maggiore di dieci anni, il debito è prescritto.

23 Dicembre 2020 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Prescrizione delle spese processuali dopo condanna al pagamento della Corte di Cassazione
Salve nel 2010 sono stato condannato con una sentenza penale anche al pagamento della spese di giustizia , dov'è che mi è stata notificata la cartella esattoriale delle spese di giustizia , il mio avvocato ha fatto ricorso per l'emozione stesse spese in cassazione , immediatamente veniva bloccato il prelievo forzato dalla mia busta paga. Successivamente la corte di cassazione ha rigettato il mio ricorso, ed a seguito di ciò l'ufficio recupero credito del tribunale non ha mai notificato detto decreto al mio datore di lavoro. Da circa 10 anni non mi è stato prelevato dal mio stipendio la ...

la Cassazione ha confermato la competenza (o meglio la giurisdizione) delle commissioni tributarie per tali atti, a nulla rilevando che la decisione sull'istanza di rateizzazione debba essere assunta in base a considerazioni estranee alle specifiche imposte o tasse (Cassazione, Sezioni Unite, ordinanza del 7 ottobre 2010, n. 20781)
In materia di tributi, il diniego della rateazione può essere impugnato dinanzi la commissione tributaria provinciale. Il provvedimento di rigetto dell'istanza di rateazione di un debito tributario può essere impugnato mediante ricorso alla Commissione tributaria provinciale, territorialmente competente. In proposito la Cassazione ha confermato la competenza (o meglio la giurisdizione) delle commissioni tributarie per tali atti, a nulla rilevando che la decisione sull'istanza di rateizzazione debba essere assunta in base a considerazioni estranee alle specifiche imposte o tasse (Cassazione, Sezioni Unite, ordinanza del 7 ottobre 2010, n. 20781). Il problema è che per lei si è verificata decadenza della rateazione, ...

Cartella esattoriale per spese processuali - Prescritta o non prescritta?
Oggi, 22 novembre 2017 mi è arrivata una cartella relativa a spese processuali per una sentenza emessa il 10/05/2007, vorrei sapere se devo pagarla o essendo passati 10 anni sono prescritte, se sono prescritte cosa devo fare? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Prescrizione delle spese processuali di una causa trattata in cassazione