Decorso della prescrizione del diritto di regresso verso il mio ex compagno, debitore solidale, per ottenere il rimborso di quanto pagato per risarcimento danni in seguito ad azione di rivalsa per un sinistro da lui provocato alla guida del veicolo di mia proprietà e privo di assicurazione

Il mio ex compagno, una decina di anni fa si pose alla guida, a mia insaputa, della mia macchina priva di assicurazione ed investì un pedone. Dopo parecchio tempo, la compagnia di assicurazione designata dal Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada (FGVS) dopo aver liquidato i danni alla persona vittima del sinistro, ha esercitato su di me e sul mio ex compagno, in qualità di debitori solidali, azione di rivalsa.

Un anno fa ho pagato il dovuto per evitare il pignoramento della casa di mia proprietà. Ora, visto che il nostro legame è finito, vorrei citare in giudizio il mio ex compagno per ottenere almeno il 50% di quanto ho dovuto sborsare, ma un professionista da me consultato afferma che il mio diritto si è ormai prescritto in quanto il sinistro si è verificato più di dieci anni fa.

L’articolo 2055, comma 2, del codice civile afferma che, se il fatto dannoso è imputabile a più persone, colui che ha risarcito il danno, ha diritto di regresso contro ciascuno degli altri nella misura determinata dalla gravità della rispettiva colpa.

L’articolo 2935 del codice civile stabilisce che la prescrizione inizia a decorrere dal giorno in cui il diritto può essere fatto valere.

Il termine di prescrizione per esercitare azione di regresso nei confronti del suo ex compagno, pertanto, non decorre da giorno in cui si verificò il sinistro (evento dannoso), ma da quello in cui lei ha pagato la compagnia di assicurazione in seguito a rivalsa.

Infatti, finché non si è verificato l’evento estintivo dell’obbligazione (ovvero il pagamento di quanto richiesto in rivalsa dalla compagnia di assicurazione designata dal FGVS), nulla può essere preteso da un coobbligato in solido nei confronti dell’altro.

15 Ottobre 2019 · Marzia Ciunfrini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Il terzo trasportato può chiedere il risarcimento danni direttamente alla compagnia assicuratrice del veicolo su cui viaggiava al momento del sinistro e non ha l'onere di dimostrare l'effettiva distribuzione della responsabilità tra i conducenti
Il danno subito dal terzo trasportato è risarcito dall'impresa di assicurazione del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro entro il massimale minimo di legge a prescindere dall'accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nel sinistro, fermo il diritto al risarcimento dell'eventuale maggior danno nei confronti dell'impresa di assicurazione del responsabile civile, se il veicolo di quest'ultimo è coperto per un massimale superiore a quello minimo. Per ottenere il risarcimento il terzo trasportato promuove nei confronti dell'impresa di assicurazione del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro la procedura di risarcimento. L'azione diretta ...

Sinistro e risarcimento danni - Conseguenze dell'uso di un casco non omologato (cosiddetto a scodella)
Sono rimasto coinvolto in un sinistro stradale mentre ero a bordo di un ciclomotore: indossavo un casco cosiddetto a scodella, sono stato urtato da una vettura e finendo a terra ho riportato lesioni al volto, alla spalla e al corpo. La compagnia di assicurazione del veicolo responsabile del sinistro si rifiuta di risarcire le spese da me sostenute per gli interventi chirurgici al volto, adducendo che le lesioni al volto sarebbero state evitate con l'uso di un casco regolare. Ha ragione? ...

Rivalsa dell'assicuratore per veicolo non in regola con revisione periodica
Sono stato ritenuto responsabile in un sinistro per colpa (tamponamento del veicolo che mi precedeva nel senso di marcia): la mia assicurazione ha risarcito il danno, ma poi ha esercitato il diritto di rivalsa nei miei confronti, asserendo che il veicolo assicurato, coinvolto nel sinistro, non era in regola con la revisione periodica. Ma che attinenza ha la revisione periodica con il tamponamento? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Decorso della prescrizione del diritto di regresso verso il mio ex compagno, debitore solidale, per ottenere il rimborso di quanto pagato per risarcimento danni in seguito ad azione di rivalsa per un sinistro da lui provocato alla guida del veicolo di mia proprietà e privo di assicurazione