Precetto per una somma di cui non dispongo – A fine luglio sono stato licenziato: su cosa potrebbero rifarsi?

Ho ricevuto ieri, 24 settembre 2020, un precetto in cui mi intimano il pagamento, entro 10 giorni, di una somma di cui non dispongo: volevo sapere, intanto, se è sicuro che andranno avanti per il pignoramento oppure se è possibile che essendo privo di beni mobili e immobili, niente case e niente auto, niente busta paga perché licenziato il 31 luglio e con un conto corrente con qualche centinaia di euro, possono rimandare in tempi successivi. E anche quando volessero procedere su cosa si rifanno? Io sarei ben felice di aiutarli ma non saprei cosa possono prendere.

L’azione esecutiva nei suoi confronti è cominciata tempo fa, quando il creditore sperava di pignorare lo stipendio: adesso, quando si accorgerà che non c’è trippa per gatti (magari anche dopo aver trasmesso la notifica di pignoramento verso terzi al datore di lavoro e ricevuto la dichiarazione secondo la quale questi non deve più nulla al debitore esecutato per cessato servizio) sospenderà le attività di recupero coattivo e attenderà che lei trovi una nuova occupazione o diventi erede di qualche zio d’America.

Al limite, il creditore, giusto per compensare le spese legali fin qui sostenute, potrebbe tentare il pignoramento del conto corrente del debitore (quasi) nullatenente. Un debitore sottoposto ad azione esecutiva dovrebbe tutelare i propri eventuali risparmi appoggiandoli in un conto corrente di un terzo soggetto di fiducia, oppure, tenendoli, ben nascosti, nel classico materasso.

25 Settembre 2020 · Ludmilla Karadzic

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Debiti banche e finanziarie - Sono stato licenziato e non posso più rimborsare i prestiti
Nel 2018 sono stato licenziato e oggi mi ritrovo con tante finanziarie da dover pagare e quindi sono in difficoltà. La mia idea è quella di trasferirmi in Albania. Le finanziarie potrebbero raggiungermi anche in Albania e chiedere il debito residuo? Avete un consiglio da darmi al riguardo? ...

Atto di precetto per una somma che non posso pagare - Cosa accadrà adesso?
Dal 2017 ho dovuto mio malgrado decidere di interrompere il pagamento delle rate per due debiti contratti con Findomestic 5000 euro e Agos 27.000 euro residui, non è stato possibile trovare un piano di rientro sostenibile, Findomestic aveva proposto un saldo e stralcio per 3000 euro che non avevo, Agos non ha accettato di abbassare la rata a 300 euro e quindi ho messo il cuore in pace e mi sono convinta che l'unica soluzione fosse arrivare al più presto al pignoramento dello stipendio, sono impiegata pubblica a tempo indeterminato, abito in una casa in affitto non possiedo automobili né ...

Debito con finanziaria - Sono stato licenziato percepisco solo una pensione di invalidità e vorrei abbassare la rata che pago attualmente
Dopo un prestito di 10 mila euro regolarmente rimborsati, ne chiedo un altro e dopo aver rimborsato 2 mila euro, mi licenziano: la mia unica entrata è una pensione. La pensione, però, mi viene accreditata alle poste proprio il primo del mese, il giorno in cui la finanziaria si prende le 165€ mensili. Queste finanziarie accettano un allungamento delle rate, tipo dargli 100 uro (gliene devo ancora 10 mila) o mi conviene nascondere (ma dove?) la pensione di 500 euro in attesa che le cose si aggiustino? Prenderò per qualche mese la naspi, ma quella me la accreditano in giorni ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Precetto per una somma di cui non dispongo – A fine luglio sono stato licenziato: su cosa potrebbero rifarsi?