Poteri dell’amministratore di sostegno verso il locatario moroso di un appartamento di proprietà della persona assistita

Alla mia proprietaria di casa gli è stato nominato dal tribunale un amministratore di sostegno patrimoniale. Io sono moroso di 5 mensilità,e ancora non ho ricevuto nessuna lettera ne’ raccomandata.

Vorrei sapere se l’Amministratore Patrimoniale, per promuovere un azione di sfratto nei miei confronti, deve chiederlo con atto scritto al Giudice o può notificarmelo direttamente attraverso (EVENTUALI) Poteri in suo possesso?

Lo chiedo per sapere quanto tempo potrei (in teoria) rimanere ancora nell’appartamento, in cui è presente anche un minore di 7 anni.

La persona che, per effetto di una infermità ovvero di una menomazione fisica o psichica, si trova nella impossibilità, anche parziale o temporanea, di provvedere ai propri interessi, può essere assistita da un amministratore di sostegno , nominato dal giudice tutelare del luogo in cui questa ha la residenza o il domicilio. Così stabilisce l’articolo 404 del codice civile.

L’amministratore di sostegno deve tempestivamente informare il beneficiario circa gli atti da compiere: egli può chiedere al giudice tutelare le autorizzazioni preventive per atti straordinari come l’avvio di una procedura giudiziale di sfratto per morosità verso l’inquilino inadempiente al pagamento dei canoni di locazione per un appartamento di proprietà del soggetto beneficiario del sostegno.

Naturalmente, di tempi (sebbene teorici) neanche a parlarne: la presenza di un minore nel nucleo familiare del conduttore, tuttavia, è sicuramente irrilevante ai fini dell’esecutività di una eventuale sentenza di sfratto.

4 Febbraio 2020 · Annapaola Ferri

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Amministratore di sostegno della mia locatrice - Può concedermi una dilazione della morosità o sulla questione deve decidere il giudice tutelare?
Alla mia locatrice 90enne, il tribunale gli ha nominato un amministratore patrimoniale: essendo moroso di tre mensilità ho contattato questo amministratore per chiedere una dilazione della morosità. Costui mi ha risposto che per questa decisione deve esprimersi e decidere il giudice. Vorrei chiedervi, se questa risposta è veritiera e legale, o è un modo per tergiversare e inviarmi successivamente lo sfratto per morosità.Grazie ...

Inquilina morosa ma incolpevole e proprietario dell'immobile locato che non si attiva per riscuotere il bonus di sostegno affitto
Essendo in morosità di affitto da circa 10 mesi la proprietaria è morta ma aveva una amministratrice patrimoniale: non avendo ancora ricevuto da costei nemmeno una lettera di messa in mora, il comune mi ha concesso un bonus di sostegno all'affitto che verserà direttamente all'amministratore. Il quale(nonostante avesse ricevuto comunicazione Pec) non si è attivato per inviare al Comune i documenti richiesti per ottenere il sussidio, facendone scadere i termini di presentazione. Domanda: tutto ciò potrebbe in futuro prossimo avvantaggiarmi davanti al giudice per un congruo cd beneficio dei termini? ...

Debiti dell'assistito e amministrazione di sostegno
Mia suocera 85enne con declino cognitivo, é in ospedale e per decidere su alcune terapie, hanno chiesto a mio marito, il figlio unico, di fare da amministratore di sostegno. I miei suoceri hanno però debiti con banche e agenzia delle entrate, per il mancato pagamento dell'IMU di una casa occupata da persone che sono entrate in casa e vi restano abusivamente. I miei suoceri vivono in un appartamento di mio marito a titolo di comodato vivendo solo con una pensione minima. Ora se mio marito sarà amministratore di sostegno potrebbe trovarsi per qualche cavillo a dover pagare i loro debiti ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Poteri dell’amministratore di sostegno verso il locatario moroso di un appartamento di proprietà della persona assistita