Possono pignorare il conto della srls per debiti privati del socio fondatore?

Se uno prima della costituzione della srls il socio unico ha contratto debiti verso lo stato, Inps, altri creditori, e poi per ripagare i debiti (non potendo avere più il Durc, o per paura di fermi bancari) riapre una nuova ditta in forma srls, qualcuno dei Creditori può interferire sui movimenti bancari e bloccare soldi della società neo costituita?

La srls (società a responsabilità limitata semplificata), in quanto società di capitali, è un soggetto giuridico caratterizzato da autonomia patrimoniale perfetta, nel senso che esiste una netta distinzione fra il patrimonio della società e quello delle persone fisiche che ne costituiscono la compagine sociale.

In sintesi, possiamo affermare che nelle società di capitali i soci non rispondono dei debiti sociali (se non per la quota di partecipazione conferita) e la società non risponde dei debiti acquisiti dai singoli soci.

Tuttavia, pur non potendo direttamente pignorare il conto corrente intestato alla società a responsabilità limitata semplificata, il creditore può pignorare ed espropriare la quota sociale del debitore e dunque anche la liquidità disponibile sul conto corrente sociale.

18 agosto 2017 · Patrizio Oliva

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

responsabilità patrimoniale dei soci
srl semplificata

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Nullo l'accertamento fiscale basato sui movimenti in conto corrente se il contribuente non ha svolto attività
Quando sussistono flussi finanziari che non trovano corrispondenza nella dichiarazione dei redditi, i dati risultanti dai conti correnti bancari possono essere utilizzati sia per dimostrare l'esistenza di un'eventuale attività occulta (impresa, arte o professione), sia per quantificare il reddito ricavato da tale attività, incombendo al contribuente l'onere di dimostrare che ...
I redditi occulti e non dichiarati dal contribuente possono essere provati dall'esame dei movimenti in conto corrente di un familiare o di un collaboratore
Spetta all'Amministrazione finanziaria che contesti i dati esposti nella dichiarazione in verifica, fornire la prova dei maggiori redditi occulti: tale prova può essere raggiunta anche mediante l'accertamento di circostanze indiziarie idonee a costituire una valida presunzione. Ad esempio, idonee a costituire una valida presunzione è la stretta contiguità (familiare, collaborativa, ...
Aprire una nuova ditta in quanto la vecchia è oberata dai debiti
da Nicofor Ho una ditta edile artigiana, ormai senza dipendenti, con debiti nei confronti di Inps, Inail, Iva, ecc. maturati a causa di mancati pagamenti da parte di alcuni clienti, ed inoltre sono indietro con la denuncia dei redditi. Ora avrei parecchi lavori da iniziare, ma, non sono in grado, ...
Responsabilità patrimoniale dei soci nelle società di capitali
L'estinzione della società di capitali per effetto della volontaria cancellazione dal registro delle imprese dà luogo ad un fenomeno di tipo successorio nei confronti dei soci, in virtù del quale l'obbligazione della società non si estingue, ma si trasferisce ai soci, che rispondono nei limiti di quanto riscosso in sede ...
Responsabilità patrimoniale in Sas » Può fallire il socio accomandante privo di delega di cassa che emette assegni per conto della società
In tema di responsibilità patrimoniale dei soci in una società Sas, anche il socio accomandante, privo di delega di cassa, può fallire se emette assegni per la società. Il socio accomandante che emetta assegni bancari tratti sul conto della società all'ordine di terzi, apponendo la propria firma sotto il nome ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca