Incombente pignoramento di una somma che dovrei ricevere da INPS

Purtroppo grava su di me un pignoramento verso terzi, quindi blocco di tutti i conti bancari e postali: dovrei ricevere un incasso domiciliato da parte dell’INPS e chiedo se anche questa somma potrebbe essere pignorata anche se non arriva sul mio conto corrente.

Se il creditore non è Agenzia delle Entrate Riscossione (AdER) potrebbe agire con decreto ingiuntivo e pignoramento presso INPS, ma dovrebbe conoscere i tempi in cui il debitore dovrà ricevere il pagamento dall’INPS.

Se il creditore, invece, è AdER e l’importo in gioco da ricevere non è inferiore a cinquemila euro, al creditore sarà sufficiente confidare nell’applicazione dell’articolo 48 bis del DPR 602/1973, secondo il quale le amministrazioni pubbliche (fra cui INPS) prima di effettuare, a qualunque titolo, il pagamento di un importo superiore a cinquemila euro, verificano se il beneficiario é inadempiente all’obbligo di versamento derivante dalla notifica di una o più cartelle di pagamento per un ammontare complessivo pari almeno a tale importo e, in caso affermativo, non procedono al pagamento e segnalano la circostanza all’agente della riscossione competente per territorio, ai fini dell’esercizio dell’attività di riscossione delle somme iscritte a ruolo.

In questa evenienza, se il creditore, è Agenzia delle Entrate Riscossione e l’importo in gioco da ricevere non è inferiore a cinquemila euro, il creditore applica l’articolo 48 bis del DPR 602/1973, e non c’è scampo alla trattenuta.

7 Febbraio 2022 · Tullio Solinas



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti