Pignoramento dello stipendio di un cittadino italiano transfrontaliero in Svizzera da parte dell’Agenzia Delle Entrate Riscossione (ADER)

Lavoro in Svizzera ed ho cartelle esattoriali di Equitalia per molte migliaia di euro: sono frontaliero fiscale nella fascia di 20 km dal confine e pago le imposte alla fonte. In qualche sito ho letto che per problemi fiscali l’ Italia non può pignorare lo stipendio in Svizzera. Vi chiedo se qualcuno ha informazioni e può rispondere alle seguenti domande.
Equitalia può pignorare lo stipendio in Svizzera? Possono aggredire anche il secondo pilastro che ha valore previdenziale?

Nel settembre 2016, la Svizzera ha aderito alla Convenzione di Strasburgo concernente la reciproca assistenza amministrativa in materia fiscale tra gli Stati membri del Consiglio d’Europa e i Paesi membri dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico – OCSE: pertanto l’Agenzia Delle Entrate Riscossione (ADER) italiana può chiedere assistenza diretta all’omologa agenzia elvetica per il recupero dei crediti esattoriali.

Peraltro, anche se la convenzione non fosse stata firmata dal governo svizzero, ADER avrebbe potuto sempre affidarsi ad un qualsiasi studio legale elvetico per pretendere il rimborso delle somme dovute al fisco italiano da un cittadino italiano residente in svizzera o transfrontaliero, secondo le norme previste dal codice civile svizzero che anche prevede il pignoramento dello stipendio (leggere qui).

Ora, che la procedura diretta (basata sulla Convenzione di Strasburgo) o il recupero crediti secondo il rito civile elvetico siano complessi e costosi (per cui il credito azionato deve essere tale da giustificare le spese a cui lo Stato Italiano va incontro, pure considerando che alla fine della fiera il debitore esecutato potrebbe anche licenziarsi) è un fatto. Altro, invece, è affermare che non si può pignorare lo stipendio di un cittadino italiano transfrontaliero che lavora come dipendente in un’azienda svizzera.

16 Settembre 2020 · Giorgio Valli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Sono cittadino italiano residente in Slovenia - Agenzia Entrate Riscossioni può pignorarmi lo stipendio?
Ho una ditta in Italia con debiti con Equitalia: ora mi sono trasferito all'estero e sono residente in Slovenia. Siccome abito sul confine con l'Italia una ditta italiana mi ha offerto un lavoro in regola. La busta paga verrà versata sul mio conto sloveno, Equitalia potrà pignorarmi lo stipendio? O lavorando in Italia devo per forza far bonificare il tutto sul conto italiano? ...

Recupero crediti di Agenzia delle Entrate Riscossione nei confronti di cittadino italiano residente in Australia
Sono un cittadino italiano residente in Australia da sei anni: mi sono iscritto all'AIRE pochi mesi fa e ho subito ricevuto una cartella dall'Agenzia delle Entrate Riscossione per circa 30 mila euro per sanzioni amministrative e debiti con l'INPS per un attività finita male nel 2013. In Italia avevo la residenza dai mie genitori che non hanno mai ritirato la posta per me. Ora, ero nullatenente in Italia ed in pratica lo sono anche qui, a parte avere intestato a mio nome una macchina. Potrebbero prendere il quinto dello stipendio e prendere soldi dal mio conto bancario australiano o fare ...

Pignoramento dello stipendio da parte di Agenzia delle Entrate Riscossione - Mi confermate che se lo stipendio non supera i 2500 Euro il limite è di un 1/10?
Per quanto riguarda il pignoramento dello stipendio da parte dell'Agenzia delle Entrate Riscossione mi confermate che se lo stipendio è entro i 2500 Euro è di un 1/10 il limite? E in caso mi dovessi licenziare. Il TFR sarebbe pignorato sempre nei limiti di 1/10? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento dello stipendio di un cittadino italiano transfrontaliero in Svizzera da parte dell’Agenzia Delle Entrate Riscossione (ADER)