Pignoramento pensione e nuova soglia di impignorabilità

Percepisco una pensione netta di mille e 500 euro: vorrei sapere a quanto ammonterebbe la trattenuta in caso di pignoramento per un prestito mai rimborsato.

L’articolo 21 bis della legge di conversione 142/2022 del decreto legge 115/2022 ha modificato il settimo comma dell’articolo 545 del Codice di Procedura Civile che, con la modifica introdotta (in vigore a decorrere dal 21 settembre 2022) recita: le somme da chiunque dovute a titolo di pensione, di indennità che tengono luogo di pensione o di altri assegni di quiescenza non possono essere pignorate per un ammontare corrispondente al doppio della misura massima mensile dell’assegno sociale, con un minimo di 1.000 euro..

In pratica è stato deciso che il minimo vitale non possa essere inferiore a mille euro.

Alla luce di quanto sopra, la trattenuta per pignoramento di una pensione di 1.500 euro, per il mancato rimborso di un prestito, non potrà essere superiore a 100 euro.

26 Settembre 2022 · Patrizio Oliva



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento pensione e nuova soglia di impignorabilità