Pignoramento della pensione di vecchiaia

Argomenti correlati:

A fine luglio 2020 ho i requisiti per la domanda di pensione di vecchiaia avendo raggiunto i 67 anni e 24 anni di contributi, con conteggio misto: i 24 anni di contributi li ho maturati alla fine del 2014. Di seguito ho aperto la partita IVA non pagando sino ad oggi i contributi minimali e quindi indebitandomi con Inps e con arrivo di cartelle esattoriali. Da simulazione la mia pensione dovrei ricevere dal primo agosto 2020, 750 euro lordi mensili. La mia preoccupazione sta nel domandarvi se inps può bloccarmi la domanda e non darmi la pensione: avrei solo questa entrata senza nessun altro reddito.

Quello che Agenzia delle Entrate Riscossione potrà fare è pignorare presso l’INPS un quinto della pensione eccedente il minimo vitale, che nel 2020 si aggira intorno ai 689,74 euro, dal momento che il minimo vitale è pari all’importo massimo dell’assegno sociale (459,83 euro) aumentato della metà.

In pratica l’INPS, per i debiti contributivi accumulati a causa del mancato pagamento del minimo forfetario dovuto nel periodo in cui lei ha svolto attività di lavoro autonomo, potrà prelevare dalla sua pensione il 20% di (750 – 690) euro, ovvero il 20% di 60 euro, pari a 12 euro mese circa.

10 Gennaio 2020 · Tullio Solinas

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Pignoramento pensione di vecchiaia per tasse non pagate
A fine luglio ho i requisiti per la domanda di pensione di vecchiaia (67 anni e 26 anni di contributi INPS). I contributi sono già maturati alla fine del 2012 con calcolo misto: dal 2014 ho aperto partita iva ma non ho più pagato i contributi INPS e nemmeno il fisco, pur facendo la dichiarazione redditi annuale sia del reddito sia dell'IVA, accumulando un debito di 20 mila euro circa. Da simulazione "la mia pensione", ho un risultato di 730 euro mensili. Alla luce di quanto sopra possono bloccarmi la domanda di pensione? E nel caso di accettazione di quanto ...

Diniego pensione di vecchiaia a chi ha maturato i requisiti da lavoratore dipendente a causa di eventuali contributi non versati alla gestione separata?
Classe 1953 e compleanno ad agosto prossimo venturo, ho i requisiti per presentare domanda per la pensione di vecchiaia (67 anni e 25 anni di contributi versati): i 25 anni di contributi erano già maturati alla fine del 2012 (con sistema calcolo MISTO). Dal 2014 ho aperto partita iva come consulente grafico e da allora non ho più pagato i contributi minimali INPS (con cartelle esattoriali già in notifica). A fronte di questi debiti INPS può non accettare la mia domanda di pensione di vecchiaia? Da simulazione l'assegno mensile sarebbe di 748,00 euro. In caso di accettazione quanto ammonterebbe la ...

Pignoramento arretrati pensione vecchiaia
Una volta accettata la domanda di pensione di vecchiaia, passano in media 3 mesi per l'accredito: la mia pensione si aggirerà sui 750 euro mensili per debiti contributivi non versati ad INPS in questi ultimi anni e con cartelle esattoriali in corso quale sarà la quota di pignoramento calcolando 3 mesi di arretrati (2100/2200 euro). Come avviene il calcolo? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento della pensione di vecchiaia