Mutuo cointestato per acquisto prima casa e debito residuo dopo l’espropriazione dell’immobile acquistato » Si tratta di debito solidale o in quota?


Dipende dalle clausole contrattuali del mutuo se il debito residuo post espropriazione immobiliare debba ritenersi solidale o in quota al 50%

Anni fa avevo avviato un mutuo cointestato con la mia ex moglie per l’acquisto della prima casa al 50%. Premetto anche che ci siamo sposati in separazione di beni.

A causa di rate non pagate e ulteriore sovraindebitamento la casa è stata venduta all’asta.

Dalla vendita è rimasto un residuo di 100K da cui ho ricevuto il precetto e il pignoramento di di 1/3 della proprietà condivisa con i miei fratelli.

Domanda: posso provare a fare una proposta di saldo e stralcio per il mio 50% (50K) per pulire il mio nome, o sono costretto a coprire il 100% dell’importo?
La ex risulta nulla tenente e senza proprietà

Per rispondere alla domanda bisognerebbe leggere il contratto di mutuo e capire se il reddito percepito dalla ex fu al tempo considerato sostenibile rispetto al rimborso del 50% del prestito cointestato, oppure se il contratto di mutuo cointestato fu accompagnato, per esempio, da una fideiussione prestata dal marito a favore della banca creditrice, a garanzia dell’adempimento della moglie.

Inoltre è sempre possibile nel caso di mutuo cointestato, che i due cointestatari siano considerati debitori solidali rispetto ad eventuali inadempimenti dell’uno o dell’altro.

Ai sensi dell’articolo 1292 del codice civile il debito è in solido (o è solidale) quando più debitori sono obbligati tutti per la medesima prestazione, in modo che ciascuno può essere costretto all’adempimento per la totalità del debito, e l’adempimento da parte di uno libera gli altri.

Ora, se i due cointestatari del mutuo sono indipendenti, ovvero se ciascun debitore risponde della propria quota di debito (il 50% del mutuo residuo dopo l’espropriazione) allora l’ex marito potrà presentare al creditore una proposta a saldo stralcio per la chiusura del debito residuo di 50 mila euro, altrimenti (fideiussione prestata a favore della ex, oppure contratto di mutuo vincolato dalla condizione di solidarietà fra i due condebitori in caso si inadempimento di uno dei due) la proposta di saldo stralcio dovrà necessariamente riguardare il rimborso dell’intero debito residuo di centomila euro.

25 Gennaio 2023 · Patrizio Oliva

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza zero voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » Mutuo cointestato per acquisto prima casa e debito residuo dopo l’espropriazione dell’immobile acquistato » Si tratta di debito solidale o in quota?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.