Pignoramento del conto corrente aperto presso una banca extracomunitaria da parte di Agenzia delle Entrate italiana


L’agenzia delle Entrate può pignorare beni o conti regolarmente detenuti all’estero (paese extra eu)?

Dal punto di vista del diritto internazionale, l’Agenzia delle Entrate, munita di un titolo esecutivo valido nel paese dove è ubicata la sede legale della banca, può senz’altro pignorare il conto corrente del debitore.

Piuttosto, si pone un problema di opportunità economica: in altre parole, la disponibilità in conto corrente del debitore ed il frutto del pignoramento giustificano le spese giudiziarie per ottenere il decreto ingiuntivo in terra straniera e per procedere esecutivamente nei confronti del debitore?

12 Aprile 2020 · Ludmilla Karadzic



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento del conto corrente aperto presso una banca extracomunitaria da parte di Agenzia delle Entrate italiana