Possibile il pignoramento dell’immobile in cui risiede il debitore non proprietario?

Dal momento che ho dei debiti con l’agenzia delle entrate vorrei sapere se trasferendo la mia residenza in una casa in cui il mio convivente ha un contratto di comodato d’uso gratuito, il proprietario (ossia il padre del convivente) può correre il rischio che il suo immobile venga pignorato dalla stessa agenzia.

Il proprietario dell’immobile in cui risiede il debitore, non corre alcun pericolo di espropriazione immobiliare.

6 Aprile 2021 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Debiti esattoriali - La casa in cui il debitore risiede è ancora impignorabile se egli è solo nudo proprietario e non possiede altri immobili?
Sto per diventare proprietario di una casa: ho pendenze con l'Agenzia delle Entrate, per cui la metto come prima casa, unica, e questa, per loro, è impignorabile. Ma su questa casa c'è un usufrutto (un parente). Se la prima casa ha su un usufrutto va ad invalidare il discorso dell'impignorabilità o non c'entra niente? ...

Pignoramento di mobili ed arredi presso la residenza del debitore
Mia madre ha dei problemi con l'INPS e con l'agenzia delle entrate per dei contributi non pagati (dal vecchio socio) ormai 15 anni fa. Io vivo con mia madre nell'immobile di mia proprietà, ma ho l'esigenza di portare altrove la mia residenza. La mia domanda è questa: con il comodato d'uso gratuito a favore di mia madre, compreso di utenze quali luce e acqua, e togliendo la mia residenza dall'immobile, l'agenzia delle entrate potrebbe far partire il pignoramento? ...

Comodato d'uso di un immobile » il proprietario può risolvere il contratto se la destinazione del bene è dubbia
Il proprietario dell'immobile può risolvere il contratto di comodato d'uso se la destinazione del bene non è chiara. Con il contratto di comodato, il proprietario concede gratuitamente a terzi il diritto di uso del bene proprio e, quindi, soprattutto quando si tratti di un immobile, la sussistenza di una effettiva volontà di assoggettare il bene a vincoli e a destinazioni d'uso particolarmente gravosi non può essere presunta, ma deve essere positivamente accertata. Nel dubbio, va adottata la soluzione più favorevole alla cessazione del vincolo. E' quanto emerge dalla sentenza 24838/14 della Corte di Cassazione. Da quanto si apprende dalla suddetta ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Possibile il pignoramento dell’immobile in cui risiede il debitore non proprietario?