Pignoramento dello stipendio percepito dal dipendente obbligato agli alimenti per ex coniuge e figli


Argomenti correlati:

Sono separato con sentenza del tribunale dal 2016, devo alimenti alla mia ex per 400 euro mensili e 150 euro mensili a testa per i miei 4 figli: sono rimasto senza lavoro ma ho ripreso con assunzione a tempo indeterminato da circa un anno con busta paga di 900 euro mensili: possono effettuare dei pignoramenti da parte dell’agenzia delle entrate e finanziarie?

La somma delle trattenute per azioni esecutive riguardanti il rimborso di crediti di natura diversa (alimentari, esattoriali ed ordinari) non può superare la metà dello stipendio netto.

Al momento, per pignoramenti conseguenti a debiti esattoriali e ordinari (finanziari) non rimborsati, o a debiti alimentari, alla busta paga potrà essere applicata una trattenuta complessiva fino a 450 euro/mese.

Nel caso specifico, qualora fosse dal giudice assegnata al creditore una trattenuta riconducibile a crediti ordinari e/o esattoriali rimasti insoddisfatti, il debitore sottoposto ad azione esecutiva potrebbe rivolgersi al giudice dell’esecuzione eccependo l’impignorabilità della busta paga in quanto destinata a soddisfare crediti alimentari per un totale di mille euro.

Infatti, il primo comma dell’articolo 545 del codice di procedura civile stabilisce che non possono essere pignorati i crediti alimentari, tranne che per cause di alimenti: e la busta paga dell’obbligato rappresenta, appunto, un credito alimentare per la sua ex ed i suoi figli.

14 Giugno 2022 · Patrizio Oliva



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento dello stipendio percepito dal dipendente obbligato agli alimenti per ex coniuge e figli