I creditori possono pignorare presso il datore di lavoro lo stipendio intero del debitore?

Vorrei sapere se è possibile pignorare l'intero stipendio per un debito con privati, con un atto di pignoramento presso terzi (datore di lavoro). Per un debito di 2000 euro a mio marito è stato pignorato l'intero stipendio di luglio, pari a 1768 euro e presumibilmente anche la somma mancante dal prossimo stipendio. L'udienza sarà il 15/09.

A me risulta che il massimo pignorabile sia il quinto dello stipendio, a meno che non esistano eccezioni. Nel caso ci fosse un errore nell'atto, possiamo chiedere il pignoramento del quinto (o del decimo) in udienza.

A meno che non sia stato modificato il codice civile nelle ultime 24 ore, non è possibile il pignoramento dello stipendio presso il datore di lavoro per una somma superiore al 20% (un quinto, appunto) della retribuzione mensile al lordo delle cessioni e al netto degli oneri fiscali e contributivi.

In ogni caso, anche se i creditori procedenti fossero 100, per debiti di natura diversa (ordinari, alimentari ed esattoriali) e il debito complessivo ammontasse a 20 milioni di euro, non si potrebbe pignorare un centesimo in più della metà della busta paga del debitore.

Più che attendere l'udienza, sarebbe opportuno affidarsi ad un avvocato (non necessariamente un principe del foro) per presentare ricorso d'urgenza al giudice dell'esecuzione, presso il Tribunale competente territorialmente, contro l'abuso subito.

31 agosto 2017 · Carla Benvenuto

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Cessione del quinto dello stipendio - Vessatoria la clausola intesa a vincolare l'intero TFR a garanzia del finanziamento e non solo l'importo relativo al debito residuo
La cessione del quinto dello stipendio o della pensione è una forma di credito ai consumatori non destinata in modo specifico all'acquisto di determinati beni o servizi. Il finanziamento può avere una durata massima di 120 mesi; il debitore si obbliga al rimborso del finanziamento attraverso la cessione volontaria al ...
Pignoramento esattoriale dello stipendio - E le pensioni?
Per quel che attiene le disposizioni sulla riscossione coattiva delle imposte sul reddito, l'articolo 72 ter del dpr 602/1973 si occupa, in particolare, di limiti di pignorabilità delle retribuzioni percepite da lavoratori dipendenti, debitori inadempienti, quando soggetti ad azione esecutiva avviata da Equitalia. La norma in commento prevede che le ...
Cessione del quinto dello stipendio e pignoramento
La legge disciplina l'ipotesi del cumulo della cessione con uno o più eventuali pignoramenti della retribuzione. Il cumulo può verificarsi in due distinte ipotesi, in relazione alle quali il legislatore fissa precisi limiti quantitativi. Qualora la retribuzione del lavoratore sia già gravata da una trattenuta a titolo di pignoramento e ...
Coesistenza fra pignoramento stipendio e cessione del quinto - calcolo delle quote pignorabili e cedibili
Cosa succede quando pignoramento dello stipendio e cessione del quinto si cumulano. Come si calcola la quota pignorabile quando il pignoramento dello stipendio è successivo ad una cessione del quinto. Le regole per determinare la quota cedibile che si applicano nel caso in cui, invece, la cessione del quinto dello ...
Pignoramento dello stipendio - Le nuove norme per crediti di natura esattoriale
La conversione in legge del decreto per la semplificazione degli adempimenti fiscali, contiene importanti novità in tema di pignorabilità di stipendi e pensioni. Il decreto introduce un limite di pignorabilità presso terzi per stipendi, salari o altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego parzialmente derogando, per la ...

Briciole di pane

Altre info



Domande

Forum

Sezioni

Home

Argomenti

Cerca