Pignoramento dello stipendio passaggio in pensione e obbligo di corrispondere l’assegno di mantenimento


Ho subito un pignoramento presso il mio datore di lavoro per due anni per pagamento mantenimento (Euro 100 mensili) alla mia ex moglie dovuto per sentenza di separazione con trattenuta dallo stipendio di un quinto: Il mantenimento si riferiva a ciò che avrei dovuto dare dalla domanda di separazione. Successivamente nel febbraio 2020 sono andato in pensione. Pertanto il pignoramento si è interrotto. Nel frattempo a settembre 2020 ho avuto la sentenza di divorzio dove non devo dare l’assegno a mia moglie in quanto convivente dall’epoca anche precedente alla separazione. Finora la mia ex moglie non ha chiesto la differenza rimasta ma mi chiedo può ancora richiederla dopo la sentenza di divorzio e la sentenza di separazione non valere più come titolo?

La sua ex moglie ha comunque diritto alla corresponsione dell’importo relativo all’assegno di mantenimento stabilito in sede di separazione da febbraio 2020 a settembre 2020, data in cui è intervenuta la sentenza di divorzio con cui è stato revocato l’obbligo di mantenimento a carico dell’ex coniuge pensionato.

Il diritto a richiedere la prestazione si prescrive decorso un decennio dalla data in cui il mantenimento avrebbe dovuto essere versato.

23 Settembre 2021 · Carla Benvenuto



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento dello stipendio passaggio in pensione e obbligo di corrispondere l’assegno di mantenimento