Pignoramento del conto corrente su cui viene accreditato lo stipendio del debitore intestatario

Se sul conto corrente di un dipendente, confluiscono altri importi come per esempio un piccolo bonifico di un familiare, vale comunque la regola dell’impignorabilita’ dell’importo pari al triplo dell’assegno sociale?

L’articolo 545 del codice di procedura civile stabilisce che le somme dovute a titolo di stipendio, salario, altre indennità relative al rapporto di lavoro o di impiego, comprese quelle dovute a causa di licenziamento, nonché a titolo di pensione, di indennità che tengono luogo di pensione, o di assegni di quiescenza, nel caso di accredito su conto bancario o postale intestato al debitore, possono essere pignorate, per l’importo eccedente il triplo dell’assegno sociale, quando l’accredito ha luogo in data anteriore al pignoramento; quando l’accredito ha luogo alla data del pignoramento o successivamente, le predette somme possono essere pignorate nei limiti previsti dalla normativa vigente nel pignoramento presso terzi, nonché dalle speciali disposizioni di legge.

La norma, pertanto, si riferisce allo stipendio accreditato in un generico conto corrente intestato al debitore e non allo stipendio accreditato su un conto corrente intestato al debitore e dedicato esclusivamente agli accrediti effettuati dal datore di lavoro: quindi il conto corrente può registrare altri movimenti in entrate ed in uscita, oltre all’accredito della busta paga.

6 Giugno 2022 · Simonetta Folliero



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento del conto corrente su cui viene accreditato lo stipendio del debitore intestatario