Pignoramento del conto corrente su cui viene accreditata la pensione – Entità dei possibili prelievi previsti dalla normativa vigente


Nel caso di blocco di conto corrente dove viene accreditata la pensione, posso chiedere il triplo dell’assegno sociale che è pari a mille 381,26 euro? E il successivo mese come funziona? Quando posso chiedere? Chiedo scusa se la domanda è già stata fatta, non l’ho vista, nel caso che è stata fatta vogliate indicarmi il link. Grazie e buona giornata

Se l’ultimo accredito della pensione è avvenuto prima della data di notifica del pignoramento al debitore pensionato, quest’ultimo – rivolgendosi ad un funzionario responsabile dell’agenzia dell’istituto di credito presso cui è stato aperto il conto corrente pignorato – potrà prelevare la pensione accreditata non oltre un importo pari a tre volte il valore massimo corrente dell’assegno sociale.

Se, in attesa del decreto di assegnazione giudiziale al creditore della disponibilità rinvenuta in conto corrente, viene accreditato un rateo di pensione in data successiva a quella di notifica del pignoramento, allora il pensionato debitore potrà richiedere, sempre rivolgendosi al responsabile dell’agenzia bancaria (o dell’ufficio postale) un importo pari al rateo decurtato del 20% della parte che eccede il minimo vitale (pari ad una volta e mezza il valore massimo corrente dell’assegno sociale)

27 Luglio 2022 · Patrizio Oliva



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento del conto corrente su cui viene accreditata la pensione – Entità dei possibili prelievi previsti dalla normativa vigente