Pignoramento arretrati pensione ex articolo 48 bis dpr 602/1973

Sempre per quanto riguarda il discorso degli inadempienti, sto aspettando gli arretrati della pensione che supereranno sicuramente i 5000: considerando una pensione di 1900euro circa con 3 mesi di arretrati. Adesso mi avete già spiegato che l’Agenzia delle Entrate Riscossione potrà prendere 1/10 del restante escluso il minimo vitale cioè considerando 700 circa il minimo vitale, 1200 di rimanenza 1/10 120×3 =360.

Questo calcolo viene fatto in automatico e quindi mi sarà accreditato il resto, oppure l’ADER trattiene tutto e poi dovrò essere io con l’aiuto di un avvocato a ricordargli di fare le cose come vanno fatte?

Le abbiamo già risposto con questo topic: ribadiamo che Agenzia delle Entrate Riscossione (AdER) avrà diritto ad una trattenuta pari al 20% (non al 10%) della parte eccedente il minimo vitale di ciascuna mensilità arretrata di pensione. Una volta effettuata la trattenuta, il residuo le sarà accreditato.

Nell’esempio proposto, con una pensione netta di 1900 euro ed un arretrato pari a 3 mensilità, considerando il minimo vitale di circa 700 euro al momento in cui scriviamo, avremo una trattenuta complessiva di 240 per tre = 720 euro.

L’aliquota di 1/10 si applica solo nel pignoramento dello stipendio per buste paga non superiori a 2.500 euro.

19 Aprile 2022 · Ludmilla Karadzic



Condividi il topic dona e vota


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Fai in modo che lo staff di indebitati.it possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona ora!


Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pignoramento arretrati pensione ex articolo 48 bis dpr 602/1973