Compenso spettante ad un professionista per la prestazione resa – Nessuna limitazione della trattenuta nel pignoramento presso il cliente azionato per fideiussioni prestate ma non soddisfatte


La mia srl e’ in prefallimento, ho provato di tutto per sostenerla ma lavora in un settore fra i più colpiti dalle recenti crisi. Come amministratore ho prestato ingenti fideiussioni alle banche, ho poche disponibilità liquide perché sono stato svenato dal sostegno alla società, non ho beni immobiliari. Avendo una certa professionalità mi é stato proposta da una società un’ assunzione come consulente con l’apertura di partita Iva, ma temo che i compensi derivanti dal mio nuovo lavoro possano finire pignorati dalle banche in quanto garante della società fallita. Se fossi dipendente mi pignorerebbero un quinto dello stipendio ma in questo caso cosa può succedere?

I suoi timori sono fondati: in caso di pignoramento presso terzi del corrispettivo dovuto ad un professionista, il pignoramento riguarda l’intero importo (escluso quanto dovuto alla propria cassa di previdenza e l’IVA).

4 Agosto 2022 · Annapaola Ferri



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Compenso spettante ad un professionista per la prestazione resa – Nessuna limitazione della trattenuta nel pignoramento presso il cliente azionato per fideiussioni prestate ma non soddisfatte