Pagamento avviso di accertamento oltre i 60 giorni dalla notifica

Vorrei sapere cosa succede nel caso in cui si effettua il pagamento di un avviso di accertamento d’ufficio (TASI) oltre il termine indicato di 60 gg e cmq prima di ricevere formalmente la cartella per il recupero coattivo. Mi conviene farlo o cmq mi farebbero pagare gli interessi di una futura cartella esattoriale?

Semplicemente i soldi versati fuori tempo massimo saranno considerati un anticipo rispetto all’importo che sarà, comunque, intimato con cartella esattoriale o ingiunzione fiscale (importo gravato da sanzioni e interessi di mora).

Ma ciò non accade in automatico, nel senso che è poi necessario che il soggetto obbligato si rechi agli sportelli comunali competenti per la gestione del tributo, esibendo la cartella o l’ingiunzione insieme all’attestazione di quanto già versato, per ottenere uno sgravio parziale rispetto alla somma intimata coattivamente.

Se ne deduce allora che, una volta inutilmente decorso il termine dei 60 giorni utili per l’adempimento previsto dall’avviso di accertamento del tributo locale TASI, conviene attendere pazientemente che il Comune si faccia vivo per pretendere il dovuto.

1 Dicembre 2020 · Paolo Rastelli

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Notifica cartella pagamento ma avviso bonario e/o avviso di accertamento mai ricevuti
Ho ricevuto una cartella pagamento per accertamento ex articolo 36-ter DPR 600/73 dovuto a un credito di imposta registro prima casa portato in dichiarazione redditi 2012 (redditi 2011). Non ho mai ricevuto (almeno non ne sono a conoscenza) un avviso bonario né un avviso di accertamento da parte della Agenzia delle entrate nonostante la cartella sia stata iscritta a ruolo da Equitalia. Le domande sono: 1. Per accertarmi che effettivamente l'Agenzia delle Entrate non mi ha inviato nessun avviso bonario o di accertamento devo recarmi alla Agenzia delle Entrate? 2. La Agenzia delle Entrate ha obbligo di mostrarmi una eventuale ...

Per la notifica dell'avviso di accertamento deve essere osservato il termine di sessanta giorni decorrente dalla data del processo verbale di chiusura delle operazioni di verifica fiscale
In tema di diritti e garanzie del contribuente sottoposto a verifiche fiscali, l'inosservanza del termine dilatorio di sessanta giorni per l'emanazione dell'avviso di recupero di credito d'imposta (termine decorrente dal rilascio al contribuente, nei cui confronti sia stato effettuato un accesso, un'ispezione o una verifica nei locali destinati all'esercizio dell'attività, della copia del processo verbale di chiusura di dette operazioni) determina di per sé, salvo che ricorrano specifiche ragioni di urgenza, l'illegittimità dell'atto impositivo emesso prima del tempo. Il termine dilatorio di sessanta giorni è infatti posto a garanzia del pieno dispiegarsi del contraddittorio procedimentale, il quale costituisce primaria espressione ...

Riscossione coattiva della cartella esattoriale a seguito mancato pagamento entro 60 giorni dalla notifica
Se non si paga la cartella entro 60 giorni dalla sua notifica l'agente della riscossione può mettere in atto le procedure esecutive che ritiene più opportune al fine di riscuotere il dovuto. Si va dal fermo amministrativo dell'auto all'iscrizione di ipoteca sulla casa, fino ad arrivare all'espropriazione forzata (pignoramento e vendita coatta) dei ben immobili e mobili del debitore e dei suoi coobbligati. Possono essere pignorati anche i crediti presso terzi e le somme dovute da terzi in ambito lavorativo (nella misura massima di un quinto). L'ipoteca sugli immobili può essere iscritta -senza che siano previsti limiti minimi del debito- ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Pagamento avviso di accertamento oltre i 60 giorni dalla notifica