Omessa contestazione immediata per violazione dell’articolo 141 comma 3 del CdS dopo sinistro stradale

Argomenti correlati: ,

In riferimento ad un sinistro con soli danni ai veicoli (urto auto in sosta) da parte di un mio amico con veicolo di mia proprietà alle ore 01,30 in seguito mi è stata notificata dalla Polizia Locale tramite raccomandata una sanzione amministrativa come obbligato in solido contestando art. 141 comma 3 e sanzione accessoria di decurtazione 5 punti della patente all’effettivo conducente.

Come causale di “omessa contestazione immediata” è stato indicato un generico “perché la violazione è stata accertata da ulteriori verifiche d’ufficio” senza specificare ovviamente il tipo di verifiche.

Faccio presente che al momento del rilievo del sinistro da parte degli Agenti erano presenti tutti i soggetti interessati, il sottoscritto, il proprietario dell’auto controparte, il guidatore.

Se ci avessero contestato una “semplice” perdita di controllo (141 C.1) avrei pagato e chiuso, ma così vorrei capire se ci sono i presupposti per un ricorso efficace, grazie, saluti.

Il comma 3, dell’articolo in questione, stabilisce che il conducente deve regolare la velocità nei tratti di strada a visibilità limitata, nelle curve, in prossimità delle intersezioni e delle scuole o di altri luoghi frequentati da fanciulli indicati dagli appositi segnali, nelle forti discese, nei passaggi stretti o ingombrati, nelle ore notturne, nei casi di insufficiente visibilità per condizioni atmosferiche o per altre cause, nell’attraversamento degli abitati o comunque nei tratti di strada fiancheggiati da edifici.

Evidentemente, dall’esame successivo dei rilievi effettuati immediatamente dopo il sinistro dalla Polizia Municipale è emerso che il conducente del veicolo coinvolto aveva tenuto una velocità tale da violare la disposizione prevista dal comma 3 dell’articolo 141 del Codice della Strada, infrazione che, naturalmente, non poteva essere immediatamente contestata.

Non è consigliato il ricorso.

7 Dicembre 2020 · Giuseppe Pennuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Multa stradale » Dopo il sinistro non sempre c'è obbligo di contestazione immediata
Non sempre i vigili e/o la polizia stradale, dopo un sinistro, devono procedere alla contestazione immediata della multa. Secondo quanto disposto dal codice della strada, in alcuni casi particolari, in caso di infrazione da parte del conducente di un'autovettura, gli agenti non hanno l'obbligo di contestare immediatamente la multa al conducente. Ricordiamo ad esempio, le ipotesi di multa per eccesso di velocità o per il passaggio con il semaforo rosso. Ma, stando a quanto deciso dalla Corte di Cassazione, con la sentenza 21264/14, l'elenco indicato nella legge non è tassativo: dunque, si potrebbero configurare ipotesi, non rientranti formalmente nell'ordinamento legislativo, ...

Contravvenzione stradale e fine di un'amicizia - Possibile il ricorso dopo 60 giorni dalla contestazione immediata?
Il 12 ottobre scorso ho avuto un incidente con il conducente di una vettura che proveniva dalla mia destra ma da una via in cui non poteva transitare. Dopo due giorni il vicecomandante della polizia locale che al momento del sinistro era in servizio sulla mia vettura privata ha ricostruito su mia sollecitazione l'incidente falsando la relazione con fotografie ricostruite e con verbale di contravvenzione sia a me che non ho dato precedenza alla vettura che proveniva da destra (ricordo che non poteva provenire da destra) sia alla controparte che non poteva transitare in quel senso della strada. Il 20 ...

Vinco il ricorso se sul verbale di contestazione immediata la data è sbagliata?
Una notte di settembre i carabinieri hanno fermato mio figlio alla guida della mia auto e lo hanno multato. Dopo poco più di un mese ( a ottobre) è andato alla posta a pagare e si è sentito dire che la multa era raddoppiata (300 euro!).perché risultava elevata a agosto: nel verbale la data (il mese) era stata sbagliata (08 =agosto invece di 09 =settembre ) - recatici alla stazione dei carabinieri hanno verificato che effettivamente era sbagliata e ci hanno detto "fate ricorso". (Ma se sanno che è sbagliata, si occupino loro della pratica annullando il verbale!) Se ora ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Omessa contestazione immediata per violazione dell’articolo 141 comma 3 del CdS dopo sinistro stradale