Notifica di un atto a mezzo posta – Va spedito all’indirizzo anagrafico del destinatario

Devo inviare ad un mio parente raccomandata per comunicazione inerente a bene ricevuto in eredità: purtroppo non conosco indirizzo di residenza e domicilio. Sono a conoscenza del luogo di lavoro. Questa comunicazione da inviare con raccomandata posso inviarla presso luogo di lavoro? Inoltre vi è reato di privacy? Posso essere denunciato? Ha valore legale di notifica? Grazie

Se la comunicazione ha per oggetto una diffida ad adempiere che può presupporre l’avvio di un’azione legale da parte del mittente, in mancanza di un riscontro entro un prefissato periodo temporale, allora per la notifica deve essere previamente effettuata una ricerca anagrafica del destinatario finalizzata ad individuare il luogo in cui quest’ultimo risiede anagraficamente.

5 Aprile 2020 · Carla Benvenuto

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Notifica diretta (semplificata) a mezzo posta di avvisi di accertamento e cartelle esattoriali - Se l'atto è consegnato al portiere non è necessaria la raccomandata informativa da spedire all'effettivo destinatario
Gli uffici dell'amministrazione finanziaria (Agenzia delle entrate) ed il concessionario della riscossione (Equitalia) possono procedere alla notifica a mezzo posta ed in modo diretto degli avvisi e degli atti che per legge vanno notificati al contribuente. Ne consegue che, quando l'ufficio dell'amministrazione finanziaria, o il concessionario si sia avvalso di tale facoltà di notifica semplificata, alla spedizione dell'atto si applicano le norme concernenti il servizio postale ordinario, anche con specifico riferimento ad un atto notificato a mezzo portiere per il quale non è necessaria la raccomandata informativa successivamente spedita all'effettivo destinatario. Tale conclusione trova conforto nel chiaro tenore testuale dell'art. ...

Illegittima la notifica diretta a mezzo posta di un avviso di accertamento fiscale recapitato al precedente indirizzo in cui il destinatario svolgeva attività professionale
A partire dal 15 maggio 1998, data di entrata in vigore dell'art. 20 della legge n. 146 del 1998 (il quale ha modificato l'art. 14 della legge n. 890 del 1982), gli uffici finanziari possono procedere alla notifica a mezzo posta ed in modo diretto degli avvisi e degli atti che per legge vanno notificati al contribuente. Ne consegue che, quando il predetto ufficio si sia avvalso di tale facoltà di notifica semplificata, alla spedizione dell'atto si applicano le norme concernenti il servizio postale ordinario e non quelle della legge 890/1982. L'applicazione delle norme concernenti il servizio postale ordinario postula, ...

Notifica atti a mezzo posta - Data di perfezionamento della notifica per notificante e destinatario
Annullamento per autotutela: ricevo un avviso di raccomandata (modello 26) e il 21 gennaio 2015 ritiro l'atto riguardante una ammenda per una riduzione ici del 2009. Il timbro postale sulla busta era del 19 dicembre 2014, poi viene timbrato dall'ufficio postale dove l'ho ritiro in data 22 gennaio 2015 Quindi l'atto è stato consegnato all'ufficio postale entro la scadenza dei 5 anni, ma è stato consegnato dopo la scadenza dei 5 anni. Ho presentato domanda di annullamento per autotutela riferendomi a questi articoli PREMESSO che in data __26.01.2015____ gli è stato notificato dall'Ufficio C.E.P. s.p.a. ( consorzio enti pubblici ) ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Famiglia lavoro pensioni • DSU ISEE ISEEU • nucleo familiare famiglia anagrafica e sostegno al reddito • successione eredità e donazioni del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Notifica di un atto a mezzo posta – Va spedito all’indirizzo anagrafico del destinatario