Naspi anticipata bloccata per cartelle esattoriali non pagate


Ho fatto richiesta a ottobre 2021 di NASpI, poi ho dovuto rifarlo a novembre perché mancava la gestione separata (errore anche da parte dell’INPS), poi ho dovuto ripetere anche la richiesta di NASpI anticipata e qualche giorno fa mi hanno chiamato per dirmi che vista la cifra che mi devono sopra i 5 mila euro (che non so ancora quale sia esattamente) è stato bloccato il pagamento da Agenzia delle Entrate Riscossione. Ho due cartelle da pagare una delle quali una di 17 mila euro per la Tari errata su due appartamenti sui quali mi hanno calcolato Tari per anni che non risiedevo e per mq errati!
ieri sono stata da Agenzia delle Entrate Riscossione e loro non sanno niente, prima al telefono mi hanno detto che non possono trattenere più di 1/5, poi in ufficio mi dicono che devo andare tramite avvocato e sospendere le cartelle.

Vorrei sapere gentilmente cosa fare e se vedrò mai quei soldi.

Uno dei problemi é che mi ritrovo ad aver aperto una partita iva, aver chiesto NASpi anticipata e sono senza possibilità di avere una NASpI mensile, senza i soldi che mi servivano per iniziare l’attività e senza i soldi per affitto e bollette!

Se vado con avvocato cosa succede?

Purtroppo, è scaduto il 31 agosto 2021 il termine di sospensione delle verifiche di inadempienza che le Pubbliche Amministrazioni e le società a prevalente partecipazione pubblica devono effettuare, ai sensi dell’articolo 48 bis del DPR 602/1973, prima di disporre pagamenti – a qualunque titolo – di importo superiore a cinquemila euro.

Secondo noi c’è poco da fare: rivolgendosi ad un avvocato rischia solo di aggravare il debito con la parcella dell’azzeccagarbugli: l’unica strada percorribile ci sembra quella di chiedere la rateizzazione delle due cartelle esattoriali in sospeso e pagare le rate fino a quando la situazione non si sblocca.

Per le rateizzazioni concesse dopo l’8 marzo 2020 e richieste fino al 31 dicembre 2021, la decadenza si concretizza al mancato pagamento di 10 rate anche non consecutive; alla prossima verifica ex articolo 48 bis del DPR 602/1973, dopo la rateizzazione delle cartelle esattoriali e il pagamento delle prime rate, non risulteranno inadempimenti e il pagamento della NASpI anticipata potrà essere sbloccata.

Insomma, una cartella esattoriale di 17 mila euro, con un piano di rateizzazione in corso non decaduto, non costituisce un inadempimento per il debitore titolare. Peraltro, lo stesso articolo 48 bis del DPR 602/1973 specifica che la verifica non si applica al debitore che abbia ottenuto la dilazione del debito.

25 Novembre 2021 · Paolo Rastelli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Naspi anticipata bloccata per cartelle esattoriali non pagate