Mancata trasmissione al cliente di copia della fattura elettronica emessa da una società fornitrice di dispositivi ortodontici per adulti


A marzo 2021 mi sono affidata ad una società che si occupa di ortodonzia invisibile (si tratta delle mascherine trasparenti per raddrizzare i denti tipo INVISALIGN): ho fatto tutto online, online ho anche specificato come avrei soluto pagare, ovvero in due anni a tasso zero. Telefonicamente ho accettato e poi mi han mandato una mail dicendo che mi sarebbero arrivate le mascherine a casa e così è stato. Mi hanno anche detto per e-mail che dopo 7 giorni avrei ricevuto fattura ma non è mai arrivata. A novembre li sento telefonicamente e gli chiedo quando avrei dovuto iniziare a pagare e gli dico che mi serviva la fattura in quanto una parte mi sarebbe stata rimborsata dalla mia assicurazione sanitaria che scadeva a marzo 2022. al telefono mi han detto che era in arrivo. poi mi arriva una mail dicendo di compilare un format per la loro società esterna di fatturazione. lo compilo. non ricevo nessuna fattura e non inizio a pagare. a febbraio 2022 sollecito, in quanto si avvicinava la scadenza dell’assicurazione sanitaria. mi dicono che non possono anticiparmi la fattura ma che sarebbe arrivata a casa. nulla. l’assicuazione è scaduta. mi arriva un’altra mail dicendo che non avevo compilato correttamente il format per la fatturazione e che tra l’altro avevano cambiato partner di fatturazione e di compilare un altro format. ovviamente mi sono sentita presa in giro e ho chiesto perlomeno di ricevere uno sconto dato che avevo accettato solo perché una parte mi sarebbe stata rimborsata. non hanno mai risposto ma mi mandavano mail automatiche in cui mi chiedevano di inserire codice fiscale e luogo di nascita per emettere fattura. Dopodiché mi è arrivata una e-mail con scritto “ultimo sollecito, o ci mandi CF o inviamo la tua pratica ad una società di recupero crediti e la cosa graverà sulla tua affidabilità creditizia”. vi chiedo quindi: io non ho contratti firmati e i miei dati li ha la vecchia società di fatturazione, possono comunque segnalarmi? Non ho firmato nessun finanziamento con società creditizie, per cui peserebbe comunque sulla mia scheda creditizia? Possono emettere fattura nel 2022 (l’ultima mascherina l’ho indossata a maggio 2022) anche se in teoria mi avevano detto a marzo 2021 che l’avrei ricevuta in 7 giorni?

Quando si effettua un acquisto con possibilità di pagamento dilazionato, di solito si accetta, telefonicamente o compilando l’apposito modulo d’ordine da trasmettere via web, un finanziamento finalizzato all’acquisto: questo anche perché la società fornitrice deve fatturare (anche elettronicamente) al momento dell’avvenuta consegna del bene acquistato e non può differire i tempi di pagamento delle imposte dovute (IRPEG e IVA) al termine del piano di ammortamento previsto per l’importo anticipato dalla finanziaria. Quindi, la fattura elettronica viene emessa in concomitanza con il perfezionamento dell’ordine, laddove una finanziaria collegata abbia anticipato l’importo dovuto dal cliente che sceglie il pagamento dilazionato.

Ora, la normativa vigente a tutela del consumatore prevede che quest’ultimo possa, in alcuni casi, interrompere il pagamento dei beni acquistati a credito qualora la merca venduta presenti dei vizi o, addirittura, qualora la merce ordinata non venga consegnata.

Di certo, il pagamento delle rate in scadenza, collegate alla dilazione di pagamento, non possono essere negate alla finanziaria che ha anticipato il costo di acquisto dei beni (con tasso zero) per un disguido di fatturazione intervenuto con la società fornitrice del bene che procura un danno al consumatore di tipo assicurativo (e, probabilmente, anche di natura fiscale). Peraltro, oggi come oggi, la fattura relativa al presidio ortodontico acquistato avrebbe potuto essere scaricata tramite il servizio Sistema Tessera Sanitaria, disponibile online, tramite accesso con credenziali SPID.

In caso di inadempimento, la finanziaria creditrice potrà verosimilmente segnalare i suoi dati (codice fiscale e altri dati anagrafici) come debitrice inadempiente ad un SIC (Sistema di Informazione Creditizie), quali il CTC (Consorzio di Tutela del Credito), Experian, Cerved, la CRIF (Centrale Rischi di Intermediazione Finanziaria) eccetera.

7 Luglio 2022 · Ornella De Bellis



Condividi e vota il topic


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Vota il topic se ti è stato utile

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Mancata trasmissione al cliente di copia della fattura elettronica emessa da una società fornitrice di dispositivi ortodontici per adulti