Mancata consegna raccomandate – Pesante sanzione a Poste italiane

Argomenti correlati:

Negli ultimi mesi ho ricevuto diverse raccomandate per via del lavoro che faccio, su cui non voglio soffermarmi: sono state più le volte che sono dovuto recarmi all’ufficio postale che quelle in cui il postino mi ha consegnato il messo a mano.

Eppure ero praticamente sempre a casa: come è possibile?

L’Antitrust ha irrogato a Poste Italiane una sanzione di 5 milioni di euro, il massimo consentito dalla legge anche se non deterrente in rapporto al fatturato del gruppo pari nel 2019 a 3,492 miliardi di euro, per aver adottato una pratica commerciale scorretta in violazione del Codice del Consumo, consistente nella promozione, risultata ingannevole, di caratteristiche del servizio di recapito delle raccomandate e del servizio di Ritiro Digitale delle raccomandate.

Lo comunica l’Autorità in una nota.

Per il Garante il comportamento di Poste provoca danni non solo ai consumatori, ma anche al sistema giustizia del Paese.

La mancata consegna delle raccomandate da parte di Poste italiane provoca gravi danni al sistema giustizia del Paese per i ritardi dovuti ad errate notifiche nell’espletamento dei processi, soprattutto quelli penali, con conseguente prescrizione di numerosi reati.

E’ quanto sottolinea l’Antitrust, annunciando la multa da 5 milioni al gruppo, accusato di condotte ingannevoli nella gestione del servizio. L’Autorità ricorda che la questione è stata più volte sollevata nelle Relazioni Annuali sullo stato della giustizia.

Dunque, Poste Italiane non ha adottato le dovute misure di controllo e correttive» e inoltre il Garante ha accertato «la sussistenza di omissioni informative anche nei messaggi pubblicitari di promozione del servizio di ritiro digitale delle raccomandate, in quanto non viene chiarito che tale servizio è utilizzabile per i soli invii originati digitalmente».

Gli inconvenienti di tutto ciò non sono solo a carico dei consumatori costretti a fare le file per ottenere una raccomandata che avrebbe dovuto essere consegnata a casa, ma anche – sottolinea l’Authority – «gravi danni al sistema giustizia del Paese per i ritardi dovuti ad errate notifiche nell’espletamento dei processi, soprattutto quelli penali, con conseguente prescrizione di numerosi reati».

16 Settembre 2020 · Giovanni Napoletano

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Legittima la notifica diretta della cartella esattoriale se effettuata da agenzia di recapito privata incaricata da Poste Italiane
La notifica diretta a mezzo posta, è validamente eseguita anche se il plico è consegnato al destinatario da un'agenzia privata di recapito, qualora il notificante si sia rivolto all'ufficio postale, e l'affidamento del plico all'agenzia privata sia avvenuto per autonoma determinazione dell'Ente Poste, al quale la normativa vigente continua a riservare in via esclusiva gli invii raccomandati attinenti alle procedure amministrative e giudiziarie, perché in tal caso l'attività di recapito rimane all'interno del rapporto tra l'Ente Poste e l'agenzia di recapito, e permane in capo al primo la piena responsabilità per l'espletamento del servizio. Questa la decisione assunta dai giudici ...

Verbale di multa notificato via posta: il postino relaziona la mancata consegna al destinatario con causale indirizzo sconosciuto - Quando interviene la prescrizione?
Tramite una visita al sito del mio comune ho notato che ho una multa non pagata per divieto di sosta presa nel 2013 quindi quasi 5 anni fa. Mai notificata e allegato al verbale la cartolina postale con su scritto dal postino destinatario sconosciuto esattamente al mio indirizzo attuale. Ovviamente nessun avviso fu lasciato. Posso sperare che vada prescritta? ...

Consegna di una sanzione amministrativa a mezzo servizio postale nelle mani di un convivente del destinatario - I giudici di legittimità offrono un ripasso della procedura
Il procedimento di notifica delle sanzioni amministrative ricalca le modalità previste dal codice di procedura civile, ovvero si realizza, via posta, secondo le norme sulle notifiche effettuate a mezzo del servizio postale di cui alla legge 890/1982. L'agente postale consegna il piego nelle mani proprie del destinatario, ma se la consegna non può essere fatta personalmente al destinatario, il piego è consegnato, nel luogo indicato sulla busta che contiene l'atto da notificare, a persona di famiglia che conviva anche temporaneamente con il destinatario ovvero addetta alla casa ovvero al servizio del destinatario, purché il consegnatario non sia persona manifestamente affetta ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Tutela del consumatore e risarcimento danni a persone e cose del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Mancata consegna raccomandate – Pesante sanzione a Poste italiane