Liberatoria attestante l’avvenuto pagamento tardivo di un assegno scoperto presentata in ritardo alla banca rispetto ai 60 giorni dalla data scadenza del termine di presentazione del titolo previsti dalla legge


Cosa succede se si presenta alla banca la liberatoria di un assegno insoluto, in ritardo di un giorno oltre la scadenza (60 giorni) per la sua presentazione?

Il pagamento tardivo non andrà a buon fine: il beneficiario dell’assegno non potrà procedere con azione esecutiva nei confronti del traente essendo stato completamente soddisfatto, ma resteranno le sanzioni accessorie dell’iscrizione del nominativo del traente nella Centrale di Allarme Interbancaria (CAI), della revoca semestrale di sistema (divieto di emettere assegni per almeno sei mesi), nonché la segnalazione al Prefetto che irrogherà ulteriori sanzioni amministrative pecuniarie e prorogherà la revoca di sistema in caso di recidiva.

16 Luglio 2021 · Annapaola Ferri



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Liberatoria attestante l’avvenuto pagamento tardivo di un assegno scoperto presentata in ritardo alla banca rispetto ai 60 giorni dalla data scadenza del termine di presentazione del titolo previsti dalla legge