Composizione delle crisi da sovraindebitamento (legge 3/2012 cosiddetta salva suicidi) ed esdebitazione

Posso chiedere l’esdebitazione per debiti con finanziarie e agenzia delle entrate fatto 10 anni fa quando ero titolare di una piccola azienda agricola chiusa in seguito a crisi economica nel 2010? Ora ho un contratto a tempo determinato e non ho nessun immobile da offrire in compensazione del debito.

Aggiungo che ho una famiglia di due figli e una moglie coobbligata nelle finanziarie.

Lei percepisce uno stipendio che può essere pignorato nella misura massima del 20% per soddisfare il debito ordinario (quello con la finanziaria) e in pari misura per rimborsare il debito esattoriale (con Agenzia delle Entrate Riscossione).

Al più può presentare un piano del consumatore finalizzato a dilatare i tempi di rimborso attraverso una rata complessiva mensile minore del 40%, in modo che la busta paga residua possa risultare più adeguata a soddisfare le esigenze familiari.

Di solito, l’esdebitazione è accordata al debitore privo di redditi o di giacenze in conto corrente che mette a disposizione dei creditori il ricavato della liquidazione volontaria del proprio patrimonio immobiliare e non riesce, nonostante tutto, a coprire l’intera esposizione debitoria.

5 Febbraio 2020 · Ludmilla Karadzic

C’è un limite di tempo per presentare un piano del consumatore (specifico che ho ricevuto atto di precetto da banca IFIS il 16/1/2018 per una somma di 100 mila euro) e ripeto che ho un contratto a tempo determinato stagionale.

Il tempo limite è quello utile a prevenire eventuali azioni esecutive poste in essere dal creditore insoddisfatto: decorsi i 10 giorni concessi al debitore inadempiente per onorare l’obbligazione portata dal precetto, in ogni momento può essere notificata al debitore istanza di pignoramento dei beni di sua proprietà o dei redditi di cui dispone. Mi sembra che l’intervento ex legge 3/2012 sia ormai improcrastinabile, per fruire delle tutele che la normativa può offrire al debitore.

5 Febbraio 2020 · Giorgio Martini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Vorrei tentare un accordo con i creditori in base alla legge per la composizione delle crisi da sovraindebitamento (legge 3/2012 cosiddetta salva suicidi) - Come funziona?
Avendo contratto dei debiti che non riesco più a onorare vorrei fare ricorso alla legge 3/2012, ed, in particolare, alla possibilità di pervenire a un accordo con i creditori che sono 4. Di questi 4 creditori 3 sono banche e 1 privato. Però non mi sono chiare alcune cose. La prima è: Ho un mutuo ipotecario con debito residuo di 60.000 euro che pago abbastanza regolarmente (ho 3 rate in arretrato); posso chiedere la riduzione dell'importo residuo per esempio a 40.000 euro oppure rientrerebbe nell'accordo solo 1.500 euro di arretrati? Il resto dei debiti sono 50.000 con una banca e ...

La legge 3/2012 (salva suicidi) per la composizione delle crisi da sovraindebitamento non aiuta
In merito alla Legge sia io che mia moglie ci siamo rivolti ad una delle Istituzioni elencate dal Ministero: premetto che la Legge funziona per chi non ha proprio nulla. Né uno stipendio, né immobili. Devi essere povero e nulla tenente. Pertanto, per i motivi esposti non vedo alcuna necessità di avvalersi di questa LEGGE dato che non hai nulla. Viceversa, se possiedi un immobile o un'attività e uno stipendio lo devi mettere a disposizione per pagare i debiti e non solo, per avvalersi della Legge (che poi non è altro che una consulenza) devi pure pagare. Detto quanto esposto, ...

Informazioni su legge 3/2012 (salva suicidi) - Disposizioni in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento
Vorrei porre alcune domande sulla possibilità di accedere alla legge sul sovraindebitamento, della quale trovo poche informazioni: devo rivolgermi al Tribunale? Su internet trovo parecchie associazioni, ma io, purtroppo, non dispongo di possibilità economiche. Nel caso si pagherebbe molto anche rivolgendomi direttamente al Tribunale? La mia intenzione sarebbe quella di chiedere un accordo con i creditori: ho debiti per circa 70.000 euro con rate che non pago più da circa 1 anno e mezzo e un mutuo ipotecario sulla casa che pago regolarmente con rata di 500 euro, stipendio di circa 1.500 euro con cessione del quinto. Secondo Voi posso ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Composizione delle crisi da sovraindebitamento (legge 3/2012 cosiddetta salva suicidi) ed esdebitazione