Legge 104 ed assistenza - Come ottenere il bonus sulla bolletta elettrica?

Vivo con mia madre, e la assisto, visto che è titolare di legge 104 a causa di una grave disfunzione renale: da poco non può più camminare e sto per installare un dispositivo di sollevamento mobile.

Vorrei sapere se posso usufruire di sconti per quanto riguarda la bolletta elettrica.

I titolari di legge 104, o chi vive con loro e li assiste, hanno diritto a particolari sconti e bonus: tra questi, c'è uno sconto importante per quanto riguarda la fatturazione della bolletta elettrica, fruibile se sono presenti determinati requisiti.

Più nel dettaglio, il bonus è fruibile da tutte le persone affette da grave malattia o dai soggetti con fornitura elettrica presso cui viva un soggetto gravemente malato e costretto a utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita.

Può essere accumulato anche al bonus per il disagio economico, qualora si sia in possesso di determinati requisiti.

Riguardo le apparecchiature elettromedicali, queste sono elencate nel Decreto del ministero della salute del 13 gennaio 2011.

Di seguito le principali:

  • tende per ossigenoterapia
  • concentratori di ossigeno
  • apparecchiature di supporto alla funzione cardiorespiratoria
  • polmoni d'acciaio
  • apparecchiature per pressione positiva continua
  • aspiratori

  • pulsossimetri
  • monitor multiparametrici
  • apparecchiature per dialisi peritoneale
  • apparecchiature di supporto alla funzione renale
  • pompe a siringa
  • pompe di infusione
  • nutripompe
  • sollevatori per vasca da bagno
  • carrozzine elettriche
  • Sollevatori mobili sedie elettriche barella elettrici infissi a soffitto elettrici
  • Dispositivi per la prevenzione della terapia delle piaghe da decubito
  • materassi antidecubito

Per poter richiedere e di conseguenza ottenere il bonus elettrico, bisogna presentare l'apposita domanda presso il comune di residenza del titolare della fornitura elettrica o presso qualsiasi altro ente che sia designato dal comune stesso.

Per presentare la domanda, bisogna utilizzare la modulistica apposita, alla quale andrà allegata tutta una certa documentazione.

Innanzitutto, bisognerà presentare il certificato rilasciato dall' ASL che attesti la situazione di grave condizione di salute, nonché la necessità di dover utilizzare queste apparecchiature elettromedicali che devono rientrare tra quelle sopracitate, nonché la tipologia dell' apparecchiatura utilizzata e quante ore al giorno si utilizza.

Inoltre, va indicato l'indirizzo dove questa è istallata.

In allegato anche il codice fiscale e documento di identità nonché il cosiddetto modulo B disagio fisico, compilato in tutte le sue parti.

Bisognerà essere a conoscenza anche del codice Pod che va ad indicare il punto di consegna dell'energia e che è facilmente reperibile nella bolletta.

L'importo del bonus va da 193 fino a 692 euro l'anno in relazione ai kw/h in più erogati a causa dell'installazione delle apparecchiature.

Il bonus elettrico funziona come sconto diretto dalla bolletta elettrica.

L'importo del bonus viene dunque convertito sotto forma di sconto per ogni bolletta.

Il bonus elettrico per disagio fisico non ha bisogno di essere rinnovato.

L'agevolazione cessa quando s’interrompe l'utilizzo delle apparecchiature elettromedicali per il mantenimento in vita.

Tale interruzione andrà al più presto comunicata al fornitore di energia elettrica.

22 ottobre 2018 · Genny Manfredi

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

bonus elettricità
legge 104/92 - permessi retribuiti per assistenza

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Bolletta per l'energia elettrica » Arrivano i bonus per le famiglie a basso reddito
Nell'articolo che segue, vi illustreremo quali sono requisiti e modalità di accesso al bonus per l'energia elettrica: compensazione del 30% direttamente in bolletta. I clienti domestici economicamente disagiati hanno diritto al cosiddetto bonus elettrico: si tratta di uno sconto annuale sulle bollette dell'energia elettrica, che per il 2017 è stato ...
Bolletta dell'energia elettrica » Arrivano i contatori di nuova generazione: rivoluzione anche per le fasce orarie
Per quanto riguarda la bolletta dell'energia elettrica ci sono delle interessanti novità in arrivo: oltre ai contatori di nuova generazione, infatti, cambiano le fasce orarie predefinite per consentire soluzioni più flessibili. Ci sarà una rivoluzione in merito alla bolletta dell'energia elettrica: a rinnovarsi non sono solo i contatori della luce, ...
Canone RAI in bolletta elettrica per soggetto ricoverato in casa di riposo
Cosa deve fare un contribuente ricoverato in una casa di riposo? Se il contribuente detiene un apparecchio tv nella propria abitazione è tenuto al pagamento del canone anche se è ricoverato in casa di riposo. Se il contribuente non possiede la TV, qualora sia titolare di un'utenza elettrica con tariffa ...
Canone Rai in bolletta elettrica - Tips and Tricks
A proposito di canone RAI, forse non tutti sanno che: Il canone RAI deve essere corrisposto da chiunque detenga uno o più apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del segnale ricevuto e dal relativo utilizzo Il canone RAI è dovuto una ...
Bolletta elettrica » Come leggerla ed analizzarla correttamente
Analizzare tutte le voci della bolletta elettrica è un ottimo inizio per tentare di risparmiare sull'energia elettrica. Conoscere le proprie abitudini di consumo, la potenza utilizzata e le fasce orarie in cui si utilizza maggiore energia è fondamentale per individuare l'offerta più adatta alle proprie esigenze. Con la bolletta dell'energia ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Domande

Forum

Sezioni

Home

Tassonomie

Cerca