La Centrale Rischi privata CRIF e quella pubblica CR della Banca d’Italia – ricorso all’ABF?


In presenza di eventi rilevanti e di riapertura della segnalazione nella CRIF, essa non può comunque restare visibile 5 anni dopo la chiusura del contratto

rispondo ai dubbi dello staff :
“Due sono le cose che non quadrano nella sua esposizione dei fatti: la banca, in presenza di violazioni contrattuali, può chiudere il rapporto di conto corrente unilateralmente, non ha bisogno del consenso del cliente” infatti anche se la banca nel 2015 e 2020 per due volte mi ha inviato raccomandata con recesso dal conto non ha provveduto a chiuderlo, chiudendolo solo a novembre 2022 con transazione saldo e stralcio.

“Il suggerimento è di effettuare visure sia in CRIF che in CR: in CRIF non dovrebbero essere censite posizioni a suo nome, in CR, invece, fino al novembre 2025 dovrebbe essere censita una posizione negativa con a latere annotazione di rimborso a saldo stralcio effettuato nel novembre 2022.” Nella CRIF risulta ancora nel segmento “PRESENZA EVENTI RILEVANTI” LA VOCE sofferenza al legale aggiornata a NOVEMBRE 2022 , mentre in CR come da copione aspetterò i 3 anni canonici.

Secondo voi posso fare reclamo presso l’ABF?

In riferimento a questa discussione, prima di effettuare ricorso all’ABF che è la strada migliore rispetto all’avvio di una causa civile, ricordiamo che è necessario presentare formale reclamo alla CRIF ed attendere la loro risposta per almeno un mese.

Riteniamo che l’evento rilevante per la riapertura della segnalazione sia stato proprio il raggiungimento dell’accordo a saldo stralcio raggiunto con il creditore, obbligato a rinnovare per legge la segnalazione in CR (Centrale Rischi della Banca d’Italia) e a riaprire, da contratto di adesione, quella nella CRIF, Sistema di Informazione Creditizia (SIC) a cui il creditore aderisce, invece, volontariamente.

Ebbene, nel reclamo formale alla CRIF, da presentare rigorosamente con raccomandata AR, va specificato che è vero, il creditore può riaprire la segnalazione in presenza di eventi rilevanti quali il rimborso a saldo stralcio del credito rimasto insoddisfatto, ma:

  1. la segnalazione riaperta deve contenere l’annotazione a margine circa l’intervenuto accordo di chiusura a saldo stralcio della posizione debitoria;
  2. la segnalazione riaperta non può restare visibile, comunque decorsi anni 5 (cinque) dalla chiusura del contratto risalente al 31 dicembre 2015.

Siamo ragionevolmente convinti che la CRIF cancellerà volontariamente la cancellazione della segnalazione di cui si discute una volta pervenutole il reclamo.

18 Gennaio 2023 · Ornella De Bellis

Altri post che potrebbero soddisfare le esigenze informative di chi è giunto fin qui

Altre sezioni che trattano argomenti simili: , , ,


Se il post è stato interessante, condividilo con i tuoi account Facebook e Twitter

condividi su FB     condividi su Twitter

Questo post totalizza zero voti - Il tuo giudizio è importante: puoi manifestare la tua valutazione per i contenuti del post, aggiungendo o sottraendo il tuo voto

 Aggiungi un voto al post se ti è sembrato utile  Sottrai  un voto al post se il post ti è sembrato inuutile

Seguici su Facebook

seguici accedendo alla pagina Facebook di indebitati.it

Seguici iscrivendoti alla newsletter

iscriviti alla newsletter del sito indebitati.it

Fai in modo che lo staff possa continuare ad offrire consulenze gratuite. Dona!



Cosa stai leggendo - Consulenza gratuita

Stai leggendo Forum – Debiti e recupero crediti » La Centrale Rischi privata CRIF e quella pubblica CR della Banca d’Italia – ricorso all’ABF?. Richiedi una consulenza gratuita sugli argomenti trattati nel topic seguendo le istruzioni riportate qui.

.