Istanza di dilazione del debito esattoriale con Agenzia delle Entrate Riscossione e notifica dell’esito


Argomenti correlati:

Se Agenzia delle Entrate Riscossi, in seguito all’istruttoria non comunica l’esito all’interessato, quali sono le conseguenze (sia che la rateizzazione sia stata approvata o meno; decade l’istanza, decade la rateizzazione, decade il debito, etc)?

Con quali modalità deve essere comunicato l’esito (raccomandata, PEC, etc)?

Stia pure tranquillo: qualora Agenzia delle Entrate Riscossione (AdER) omettesse la notifica al richiedente della concessione del beneficio della rateazione del debito, quest’ultimo non decade. Il richiedente potrà inoltrare nuovamente la richiesta anche dopo l’eventuale scadenza dei termini di pagamento delle prime rate.

AdER comunicherà l’esito della richiesta di rateazione al debitore richiedente con raccomandata AR al domicilio indicato nel modulo oppure via Posta Elettronica Certificata (PEC) se il debitore ha una casella PEC e l’ha indicata nel modulo di rateazione.

Comunque, in caso di accettazione della richiesta di dilazione del debito, necessariamente AdER dovrà fornire al debitore il piano di rientro con l’importo e la data di scadenza di ciascuna rata.

L’iter della pratica potrà essere monitorato anche accedendo e consultando la propria area personale sul sito del concessionario della riscossione.

10 Luglio 2021 · Paolo Rastelli



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Istanza di dilazione del debito esattoriale con Agenzia delle Entrate Riscossione e notifica dell’esito