Isee universitario di un trentenne in contenzioso giudiziario con i propri genitori

Mi chiedo cosa possa e debba fare un trentenne, fuori di casa da anni, disoccupato, che va avanti grazie ai sussidi statali, per escludere i propri genitori con lui non conviventi, dal calcolo dell’iSEE per l’Università.

Infatti, egli non percepisce 6500 euro annui e pertanto dovrebbe dichiarare i redditi dei propri genitori: tuttavia è in causa con loro proprio per gli alimenti; loro lo hanno addirittura sfrattato da una casetta di loro proprietà.

In una prima sentenza, il giudice non ha riconosciuto alcun diritto di alimenti al figlio. Ovviamente è stato presentato ricorso. Mi domando: in questa situazione deve lo studente non autonomo includere nel proprio ISEE pure i redditi dei genitori?

La questione è assai semplice: fino a prova contraria, per l’accesso ai benefici previsti per la frequenza ai corsi universitari, i genitori non conviventi dello studente che non percepisce un reddito annuale lordo superiore a 6 mila e 500 euro, sono considerati come facenti parte del nucleo familiare dello studente stesso.

Si presume, infatti, che i genitori non conviventi dello studente possano aiutarlo nell’affrontare le spese necessarie per la frequenza ai corsi universitari.

A meno che lo studente non si rivolga ai servizi sociali del Comune di residenza, dichiarando, con atto sostitutivo di notorietà, ed allegando qualsiasi documentazione utile allo scopo (nella fattispecie le prove dei contenziosi legali in corso), l’assenza di qualsiasi legame economico con i propri genitori, ed attendendo poi l’esito di convalida dell’istruttoria che verrà condotta dal dirigente dell’ufficio anche in collaborazione con la polizia municipale.

In caso di accertamento di quanto dichiarato dallo studente, quest’ultimo potrà compilare la DSU/ISEE senza l’obbligo di dover cooptare nel proprio nucleo familiare di riferimento, i genitori non conviventi.

1 Settembre 2020 · Genny Manfredi

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Isee università - Condizioni che lo studente non convivente con i propri genitori deve rispettare per non essere attratto nel nucleo familiare dei propri genitori
Quest'anno dovrò presentare l'ISEE per l'università: attualmente sono residente nella mia abitazione di proprietà ma solo da ottobre e ho abitato per 2 anni con residenza in una casa in affitto (non di proprietà di parenti) ma per circa 6 mesi, prima della residenza attuale ho dovuto rimetterla con i miei genitori. A questo punto, quest'anno l'isee dovrà essere fatto in autonomia o sempre con i miei genitori? A giugno del prossimo anno mi sposerò con il mio attuale convivente ma non credo che questo cambi qualcosa. ...

ISEE universitario - Studente autonomo o attratto nel nucleo familiare dei genitori con lui non conviventi?
Ho 35 anni, non sposato, senza figli, vivo da molti anni da solo in casa di mia esclusiva proprietà e in cui ho residenza: da 3 anni sono disoccupato a reddito zero (vivo con i soldi accumulati dai lavori svolti negli anni precedenti). Ora per l'iscrizione ad un master ho bisogno dell'isee universitario. Leggo che per essere uno studente autonomo bisogna avere due requisiti: - non risiedere con i genitori da almeno due anni (ok) - presentare una adeguata capacità di reddito Come già detto, io al momento non ho reddito da lavoro dipendente o assimilato, ma ho una casa ...

Nucleo familiare ai fini Isee universitario per studentessa coniugata ma con residenza presso i propri genitori
Vorrei alcuni chiarimenti in merito al Isee universitario e alle modalità di richiesta: sono sposata da un mese e, non avendo un lavoro, sono a carico del mio coniuge (il cui reddito supera i 6 mila e 500 euro annui). Il problema è che non ho il requisito relativo alla residenza, in quanto ho lasciato la casa dei miei genitori solo 6 mesi fa (gennaio 2018). Posso ugualmente fare l'Isee? Quale nucleo famigliare devo considerare? ...

Dove mi trovo?