ISEE SOCIO SANITARIO – Chi deve rientrare nel nucleo familiare ristretto?

Argomenti correlati:

Dobbiamo fare l’ISEE per richiedere l’assistenza domiciliare per mia suocera (pensionata di 63 anni) che è affetta dal morbo di Alzheimer: lggendo nel sito dell’INPS mi sembra di capire che dobbiamo richiedere l’ISEE SOCIO SANITARIO scegliendo un nucleo ristretto, ma non mi è chiaro chi deve fare parte di questo nucleo.

Mia suocera vive da sola nello stesso comune dove viviamo noi. Noi siamo: la mia compagna che è sua figlia (lavoratrice dipendente), io (lavoratore dipendente) e nostra figlia di 4 anni. Abbiamo quindi tutti la residenza nello stesso comune.

Chi deve essere dichiarato nel nucleo familiare ristretto? Quali sono i redditi da dover dichiarare?
Grazie.

Il nucleo familiare ristretto è costituito dalla beneficiaria delle prestazioni, dal coniuge, dai figli minorenni e dai figli maggiorenni a carico ai fini IRPEF (a meno che non siano coniugati o abbiano figli). Pertanto, nella fattispecie, la figlia con prole, è esclusa dal nucleo familiare ristretto della beneficiaria.

Pertanto, nel caso esposto, ipotizzando che la beneficiaria viva da sola e che non abbia altri figli,- nucleo familiare ordinario e ristretto coincidano.

Qualora la prestazione sia erogata in ambito residenziale a ciclo continuativo (ad esempio, ricovero presso residenze socio-assistenziali – RSSA, RSA, residenze protette, ecc.) nella DSU della richiedente dovranno essere specificati gli estremi (il numero di protocollo) della DSU in corso di validità precedentemente presentata dalla figlia, finalizzati al calcolo della componente aggiuntiva ISEE per la beneficiaria della prestazione in ambito residenziale a ciclo continuativo.

Sia ben chiaro: il calcolo della componente aggiuntiva comporta un leggero aumento per l’ISEE della richiedente la prestazione in ambito residenziale a ciclo continuativo, ma il risultato per l’ISEE non è quello che si avrebbe se il nucleo familiare della beneficiarie comprendesse anche la figlia.

5 Novembre 2020 · Roberto Petrella

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE per l'accesso a prestazioni socio sanitarie - Il nucleo familiare ristretto
Le prestazioni sociosanitarie, ai sensi della definizione adottata a fini ISEE, sono identificate come le prestazioni sociali agevolate assicurate nell'ambito di percorsi assistenziali integrati di natura sociosanitaria. Si tratta di prestazioni rivolte a persone con disabilità e limitazioni dell'autonomia, ovvero interventi in favore di tali soggetti: di sostegno e di aiuto domestico familiare finalizzati a favorire l'autonomia e la permanenza nel proprio domicilio; di ospitalità alberghiera presso strutture residenziali e semiresidenziali, incluse le prestazioni strumentali ed accessorie alla loro fruizione, rivolte a persone non assistibili a domicilio; atti a favorire l'inserimento sociale, inclusi gli interventi di natura economica o di ...

Nucleo familiare ristretto per ISEE sociosanitario residenze
Avrei bisogno di sapere chi fa parte del nucleo familiare ristretto per il calcolo ISEE, e quali documenti bisogna presentare, per l'accesso di una persona non autosufficiente in una residenza protetta nel seguente caso: - Persona maggiorenne pensionata non autosufficiente in seguito ad ictus; - Convivente non registrato all'anagrafe come coppia di fatto; - Senza figli. ...

Quale nucleo familiare bisogna indicare per l'Isee socio sanitario?
Può un figlio rifiutare di presentare l'Isee socio sanitario residenza (per motivi personali seri) richiesto per il contributo in struttura residenziale di un genitore, quando quest'ultimo e un fratello l'hanno di fatto escluso per anni dalla loro vita, elargendo denaro e favori solo a un figlio, e trovandosi ora in difficoltà economiche contattano il figlio escluso solo ora che ne trarrebbero beneficio? E inoltre, cosa significa che i Servizi Sociali o l'Autorità Giudiziaria possono dichiarare che il figlio è estraneo sia in termini affettivi che economici? Cosa bisogna fare perché questo avvenga? ...

Dove mi trovo?