Iscrizione di ipoteca giudiziale su immobile in comunione ereditaria da parte del creditore di uno dei comunisti

Finanziaria con decreto ingiuntivo ha pignorato presso terzi Inps)quota pensione nella quota di legge, cui è rimasto circa un anno per l’estinzione. Da una verifica odierna da ispezione ipotecaria ho rilevato che stessa finanziaria in data 07.07.2020 ha anche iscritto ipoteca giudiziale su un fabbricato cointestato a 1/2 con un familiare (asse ereditario). E’ lecita l’iscrizione ipotecaria con già pignorato quota pensione e immobile cointestato? nell’evenienza posso dividere l’immobile a pari quota dato che l’ipoteca interessa solo 1/2?

Con l’iscrizione di ipoteca giudiziale sull’immobile detenuto in comunione ereditaria dal debitore inadempiente, la finanziaria creditrice ha inteso legittimamente garantire il proprio credito a fronte di eventi che ne potrebbero compromettere il rimborso integrale nonostante l’intervenuto pignoramento della pensione del debitore (ad esempio, il decesso del pensionato).

L’ipoteca iscritta sulla frazione ideale (o astratta) del partecipante debitore alla comunione (tipicamente quella ereditaria), produce effetto rispetto, esclusivamente, a quei beni o a quella porzione di beni che a lui verranno assegnati nella divisione.

Supponiamo, ad esempio che Pinco Pallino partecipi con una frazione ideale indivisa alla proprietà di un immobile, e che venga iscritta da un terzo un’ipoteca giudiziale sull’immobile in comunione contro il debitore Caio, anche lui partecipante con un’altra frazione ideale, alla proprietà dello stesso immobile.

Pinco Pallino, per liberare la propria quota reale dell’immobile dall’ipoteca deve chiedere al giudice, ex articolo 784 del codice di procedura civile, lo scioglimento della comunione, in modo che l’immobile venga diviso tra ciascun comproprietario in quote reali, secondo il valore della frazione astratta a cui ha diritto.

In tal modo, la quota reale assegnata a Pinco Pallino risulterebbe da subito libera dall’ipoteca iscritta contro il debitore Caio.

3 Settembre 2020 · Michelozzo Marra

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Ipoteca giudiziale su immobile
Una zia compra un immobile che, due anni dopo, dona al nipote. Successivamente all'avvenuta donazione, si viene a conoscenza, in maniera informale, che pochi giorni dopo la stipula del contratto pubblico di compravendita sottoscritto dalla zia, al venditore veniva notificato un atto di iscrizione di ipoteca giudiziale. La trascrizione dell'ipoteca nei registri immobiliari avveniva pochi giorni prima della trascrizione dell'atto pubblico di compravendita. Effettuata ispezione ipotecaria, a nome dell'odierno proprietario, sull'immobile in oggetto, non risultavano trascrizioni di ipoteca. Il notaio, consultato a riguardo, ritiene che l'iscrizione ipotecaria non risulti perchè l'ispezione ipotecaria non è stata eseguita a nome del venditore ...

Decreto ingiuntivo creditore privato ed ipoteca giudiziale - Esistono limiti di importo a debito per l'iscrizione ipotecaria?
Mi è stato notificato un Decreto ingiuntivo per euro 2 mila e 546,82 e sono un po' preoccupato di trovarmi la casa ipotecata: però leggevo in giro che esistono dei limiti di debito al di sotto dei quali non si può iscrivere ipoteca, ma non ho capito bene se questi limiti valgono solo per l'Agenzia delle Entrate Riscossione (ex Equitalia), oppure anche per i creditori privati. Se il creditore è privato, esiste un limite al di sotto del quale non è possibile iscrivere ipoteca sull'immobile del debitore? Potreste fornirmi cortesemente un riferimento normativo sia in caso affermativo che in caso ...

Ipoteca giudiziale su quota ereditata di un bene immobile indiviso
Premetto che in seguito al decesso di mio padre del dicembre 2007, ho ereditato una quota pari a 1/6 della casa dei miei genitori; gli altri coeredi sono mio fratello (1/6) e mia madre che era già proprietaria di 1/2 dell'immobile. Per varie necessità, mio fratello ha poi contratto nel 2015 un mutuo ipotecario con un istituto di credito. Io e mia madre risultiamo terzi datori di ipoteca. Il mutuo, dopo una rinegoziazione che ne ha allungato la naturale scadenza, è ora in regolare ammortamento ed ha un debito residuo di circa 27.000 euro. A marzo 2019 ho ricevuto una ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Iscrizione di ipoteca giudiziale su immobile in comunione ereditaria da parte del creditore di uno dei comunisti