Intimazione di pagamento entro 5 giorni da parte di equitalia

Ho ricevuto tramite pec, un’intimazione di pagamento da parte di Equitalia relativa a 3 cartelle da parte dell’agenzia delle entrate e di 3 avvisi di addebito dall’inps.

Siccome i 3 addebiti da parte dell’inps inseriti nell’avviso di intimazione, li sto gia pagando con regolari acconti mensili con importi a seconda della mia disponibilità economica, presso gli uffici della stessa Equitalia, e con relativa ricevuta di versamento, volevo sapere se è regolare aver inserito in questa intimazione oltre alle cartelle non pagate, anche addebiti di cui sto già pagando con regolari acconti, come sopra citato.

Pagare acconti mensili con importi variabili a seconda della disponibilita’ economica del debitore non è una procedura regolare in quanto nessuna norma prevede questa modalità di pagamento: è solo un escamotage partorito dalle fervide e fantasiose menti dei dirigenti Equitalia per fidelizzare il debitore che non è in grado di sostenere un normale piano di rateazione. Gli acconti (anche se con ricevuta) non rientrano nella contabilità ufficiale di Equitalia.

In pratica Equitalia mette da parte le anticipazioni come potrebbe fare il debitore stesso (insomma, Equitalia svolge il ruolo di semplice salvadanaio per il debitore). Alla fine, per saldare quanto dovuto, il debitore dovrà comunque aver accantonato l’importo iscritto a ruolo e gli interessi passivi (tutti) calcolati da quando ha iniziato a versare le anticipazioni fino all’ultimo acconto. Naturalmente, Equitalia non terrà conto degli interessi attivi maturati nel periodo di accantonamento.

Si tratta, cioè, di una contabilità parallela in cui il debitore è considerato un soggetto a cui è meglio prendere quel che è possibile ed evitare che possa ripensarci. Per il debitore nessun vantaggio relativamente a quel che attiene interessi e spese di aggio da corrispondere.

Tuttavia, i nodi vengono sempre al pettine prima o poi, come nel caso in commento: l’avviso di intimazione al pagamento non può prevedere (e non potrebbe farlo, perchè le anticipazioni sono inesistenti nella contabilità ufficiale) ciò che è stato fino ad oggi versato con acconti mensili di importo variabile a seconda della disponibilità economica del debitore.

10 Febbraio 2016 · Loredana Pavolini

Social Mailing e Feed


condividi su FB     condividi su Twitter     iscriviti alla newsletter del blog     iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Avviso di intimazione al pagamento di una cartella esattoriale per debiti INPS, IRPEF e multe
Chiedo, cortesemente, consigli per intimazione di pagamento riassuntiva di cartelle notificate a mio marito, in vari anni dal 2000 al 2014, notificata il 21 ottobre 2015 per un importo di € 175 mila relativa a contributi inps, irpef, multe. Nell'elenco delle cartelle evidenziate da Equitalia con l'allegato prospetto delle cartelle notificate e, che peraltro ho, vi è anche una di € 80 mila notificata nel 24 aprile 2008 e relativa a contributi inerenti gli anni 1992 e 1993 non versati dalla ditta di mio marito, cessata nel 1993. Altre cartelle elencate e consistenti sono del periodo 2001 (cartella notificata il ...

Intimazione di pagamento Equitalia - Come assicurarsi che il credito azionato non sia ormai prescritto?
Ho ricevuto in data odierna intimazione di pagamento di Equitalia per 9 cartelle esattoriali con data di notifica compresa tra il 2005 e il 2010, sono quasi sicuro che sono in prescrizione in quanto riguardano debiti INPS(prescrizione 5 anni) e multe stradali(prescrizione 5 anni e bolli auto(prescrizione 3 anni, dato che l'unico atto interruttivo che ricordo e di cui ho prova è un fermo amministrativo eseguito in data 01/2011, quindi anche questo più di 5 anni fa. La mia domanda è la seguente, se chiedo ad Equitalia l'accesso agli atti per le relative cartelle da questi si vedono eventuali altri ...

Notificata una intimazione di pagamento per tassa rifiuti da Equitalia - Se non è intervenuta la prescrizione posso rateizzare l'importo?
In data 17 ottobre 2017, mi è stato notificata un'intimazione di pagamento di Equitalia tramite raccomandata a/r di poste italiane relativa alla tassa dei rifiuti anni 2008 - 2009; dagli atti risulterebbe che le cartelle mi siano state notificate per l'imposta del 2008 il 17 novembre 2009 e per l'imposta del 2009 l'8 luglio 2010. La mia domanda è la seguente: non sono andate in prescrizione? Come posso difendermi, o eventualmente rateizzare l'importo? ...

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Cartelle esattoriali multe e tasse del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Intimazione di pagamento entro 5 giorni da parte di equitalia