Ingiunzione per rimborso prestito – Il garante è mio padre pensionato


Qualche anno fa ho fatto un finanziamento con Consumit di 10mila euro: per un paio di anni ho pagato tutto regolarmente. Poi, causa problemi di lavoro, non ho più potuto pagare le rate.

Il credito poi è stato ceduto ad una società di recupero crediti e qualche giorno fa mi è arrivata una notifica di ingiunzione del tribunale.

Il problema è che non ho i soldi che mi chiedono (circa 11 mila euro). Io vorrei pagare e togliermi questo incubo, ma davvero al momento non posso. Il prestito è garantito da mio padre che è pensionato.

Premetto che il suo quinto della pensione è impegnato e che io (agente di commercio) al momento non ho mandati di aziende intestati.

Cosa mi consigliate di fare per risolvere la questione?

Credete che un saldo e stralcio sia una via praticabile? Ed in che percentuale? Al momento riuscirei a racimolare massimo 4 mila euro e non so se possano bastare.

Potrebbero anche bastare: può provare a far capire al creditore procedente, contattandolo anche tramite il suo legale, che lei è al momento nullatenente, non ha mandati di rappresentanza in corso, che ha raccolto i quattromila euro grazie alla solidarietà dei familiari e che l’eventuale successivo pignoramento della pensione di suo padre comporterebbe anni per il completamento del rimborso.

21 Marzo 2019 · Annapaola Ferri



Condividi il post


condividi su FB     condividi su Twitter    

Seguici su Facebook

Approfondimenti

Dove mi trovo?

Ti trovi nel Forum – Debiti e recupero crediti del sito la comunità dei debitori e dei consumatori italiani e stai leggendo il topic Ingiunzione per rimborso prestito – Il garante è mio padre pensionato