Ingiunzione di pagamento multa TPER

Ho ricevuto la notifica di ingiunzione di pagamento da parte di TPER, il servizio di trasporto pubblico locale, per una multa ricevuta e non pagata. L'ammontare è di 213 euro.

Soldi per pagare non ne ho perchè ho una situazione economica con ISEE pari a zero.

Possono pignorare beni mobili come televisore vecchio di 5 anni, pc portatile vecchio di 1 anno, stampante vecchia di 1 anno, un basso ed una chitarra?

Possono cioè pignorare beni mobili (la scadenza è fra 15 giorni per il pagamento) presenti nell'appartamento di residenza?

Se lei chiede se la TPER possa pignorare i beni presenti presso la residenza o il domicilio del debitore, in assenza del mancato pagamento di quanto richiesto nell'ingiunzione fiscale, la risposta non può che essere una: certo che può farlo.

Diverso è il discorso relativo alla convenienza economica, per il creditore, di anticipare le spese finalizzate a mettere all'asta beni di scarso valore (anche lasciandoli in custodia al debitore) che difficilmente verrebbero piazzati e il cui ricavato quasi sicuramente non consentirebbe di recuperare l'importo dell'ingiunzione ed i successivi costi della riscossione coattiva.

In ogni caso, sappia che potrà sempre versare, eventualmente, nelle mani dell'ufficiale giudiziario presentatosi a casa per il pignoramento, l'importo portato dall'ingiunzione, naturalmente gravato da interessi e spese di riscossione coattiva.

2 febbraio 2016 · Paolo Rastelli

condividi su FB condividi su G+ condividi su Twitter iscriviti alla newsletter del blog iscriviti al feed RSS degli articoli del blog forum

Altre discussioni simili nel forum

pignoramento presso residenza debitore e presunzione legale di proprietà – problematiche e possibili precauzioni

Approfondimenti e integrazioni dal blog

Equitalia e pignoramento presso la residenza del debitore » Una pratica sempre meno usata
Il pignoramento mobiliare presso la residenza del debitore, è difficilmente utilizzato da equitalia: vediamo i motivi. Coloro che vivono in un immobile in regime di affitto in comodato, e non possiedono altro che non i beni mobili che arredano l'appartamento, hanno poco da temere nei confronti di Equitalia. Ciò, perché, ...
Quando Equitalia può disporre il fermo amministrativo sul veicolo del debitore
Decorso inutilmente il termine 60 giorni dalla notifica della cartella esattoriale, Equitalia può disporre il fermo dei beni mobili del debitore o dei coobbligati iscritti in pubblici registri, dandone notizia alla direzione regionale delle entrate ed alla regione di residenza. La procedura di iscrizione del fermo di beni mobili registrati ...
Il pignoramento mobiliare
Con il termine pignoramento mobiliare si indica il pignoramento di arredi, mobili, utilità generalmente presenti presso la residenza del debitore o in luoghi a lui disponibili. Attenzione: quando si presenta a casa l'ufficiale giudiziario il debitore ha l'ultima possibilità di impedire il pignoramento, pagando a mani dell‘ufficiale giudiziario il debito ...
Riscossione coattiva della cartella esattoriale a seguito mancato pagamento entro 60 giorni dalla notifica
Se non si paga la cartella entro 60 giorni dalla sua notifica l'agente della riscossione può mettere in atto le procedure esecutive che ritiene più opportune al fine di riscuotere il dovuto. Si va dal fermo amministrativo dell'auto all'iscrizione di ipoteca sulla casa, fino ad arrivare all'espropriazione forzata (pignoramento e ...
La riscossione coattiva esattoriale in sintesi
Per debiti fino a mille euro, le azioni cautelari ed esecutive sono possibili dopo 120 giorni dall'invio al debitore del dettaglio delle iscrizioni a ruolo. ...

Briciole di pane

Altre info

staff e collaboratori
privacy e cookie
note legali - se accedi ai contenuti dichiari di averne preso visione
contatti


Cerca